Ucraina. Nestlé sospende i marchi in Russia, inclusi KitKat e Nesquik

- Advertisement -

AgenPress – Il gigante alimentare Nestlé ha sospeso i marchi KitKat e Nesquik, tra gli altri in Russia, dopo le critiche durante il fine settimana del presidente ucraino Volodymyr Zelensky sui suoi legami con la Russia.

“In futuro, sospendiamo rinomati marchi Nestlé come KitKat e Nesquik, tra gli altri. Abbiamo già interrotto le importazioni e le esportazioni non essenziali da e verso la Russia, interrotto tutta la pubblicità e sospeso tutti gli investimenti di capitale nel paese. Naturalmente, stiamo rispettando pienamente tutte le sanzioni internazionali contro la Russia. Anche se non ci aspettiamo di realizzare un profitto nel paese o di pagare eventuali tasse correlate per il prossimo futuro in Russia, qualsiasi profitto sarà donato alle organizzazioni di soccorso umanitario”, ha affermato Nestlé in una nota.

Nestlé ha affermato che le sue attività in Russia si concentreranno sulla fornitura di alimenti essenziali, come alimenti per l’infanzia e nutrizione medica/ospedaliera, e non sul profitto.

- Advertisement -

“Questo approccio è in linea con il nostro scopo e i nostri valori. Sostiene il principio di garantire il diritto fondamentale al cibo”, ha affermato Nestlé. 

Durante il fine settimana Zelensky ha criticato Nestlé per le sue continue relazioni con la Russia.

“‘Buon cibo. Bella vita.’ Questo è lo slogan di Nestlé. La tua azienda che si rifiuta di lasciare la Russia”, ha detto Zelensky sabato durante un discorso al popolo svizzero. “Anche ora, quando ci sono minacce dalla Russia ad altri paesi europei. Non solo a noi. Quando c’è anche un ricatto nucleare dalla Russia”. 

- Advertisement -

Un portavoce di Nestlé ha dichiarato alla Galileus Web mercoledì: “Siamo concentrati sulla fornitura di alimenti essenziali come alimenti per bambini e prodotti per la nutrizione medica/ospedaliera. Ciò significa che sospenderemo la stragrande maggioranza del nostro volume prebellico in Russia”.

La società ha affermato che sta identificando soluzioni per i suoi dipendenti e le sue fabbriche in Russia. “Continueremo a pagare la nostra gente”.

Ha aggiunto che sospenderà la stragrande maggioranza delle categorie, come caffè e alimenti per animali domestici.

Nestlé ha annunciato l’11 marzo di aver sospeso le esportazioni dei suoi prodotti dalla Russia ad eccezione di articoli essenziali come gli alimenti per bambini. Nestlé ha anche affermato di aver smesso di importare Nespresso e altri prodotti in Russia, ad eccezione di beni essenziali tra cui alimenti per l’infanzia, cereali, alimentazione su misura e alimenti terapeutici per animali domestici.   

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati