Ucraina. Ospedale bombardato. Morta la donna incinta fotografata sulla barella. Per Mosca era una “messinscena”

- Advertisement -

AgenPress – La donna incinta che era stata fotografata mentre veniva evacuata da un ospedale pediatrico bombardato nella città ucraina di Mariupol è morta insieme al suo bambino. Lo riferiscono i media internazionali. La donna era stata trasportata d’urgenza in un altro ospedale dopo l’attacco russo la scorsa settimana ed era stata fotografata, distesa su una barella, mentre si teneva con le mani il grembo insanguinato. La foto fece il giro del mondo in pochi minuti. Nonostante il rapido intervento, i medici non sono riusciti a salvare né lei, né il bimbo.

Mosca aveva parlato di “messinscena”. Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov aveva affermato che “le strutture mediche di Mariupol, incluso l’Ospedale 3, hanno cessato le loro normali operazioni alla fine di febbraio. Tutto il personale e i pazienti sono stati dispersi dai nazionalisti”.

- Advertisement -

“L’edificio dell’ospedale, grazie alla sua posizione tattica vantaggiosa vicino al centro della città, è stato convertito in una roccaforte del battaglione nazionale Azov. Lo riferiscono massicciamente i residenti della città che si sono trasferiti nelle aree controllate da Kiev così come in quelle controllata dalla Repubblica popolare di Donetsk”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati