Ucraina. Più di 3.000 auto provenienti da Mariupol arrivano a Zaporizhzhia, 772 sono bambini

- Advertisement -

AgenPress – Mariupol, da giorni sotto assedio da parte delle forze russe, è stata attaccata anche dal mare di Azov. Lo riferisce Petro Andryushchenko, consigliere del sindaco della cittadina ucraina, precisando che gli attacchi delle navi da guerra vanno ad aggiungersi ai raid aerei. “I primi missili – spiega – sono stati lanciati da una nave vicino a Bilosaraiska Kosa, verso la città”. L’ospedale regionale di Mariupol, inoltre, è sempre occupato dalle forze russe “che costringono i medici a curare i loro feriti” e “usano anche i pazienti come scudo contro i tentativi di riprendere il controllo del nosocomio da parte dei nostri soldati”.

Più di 3.000 auto  sono arrivate a Zaporizhzhia, ha detto il capo dell’amministrazione regionale, Oleksandr Starukh, 772 bambini. 

- Advertisement -

Martedì ha visto un aumento significativo del numero di auto in grado di uscire da Mariupol, che è stata bombardata dalle forze russe dal 1 marzo.

Il consiglio comunale ha consigliato ai residenti che desiderano partire di viaggiare a ovest lungo la costa fino a Mangush e Berdyansk e poi di proseguire a nord-ovest fino a Tokmak, Vasylivka e Zaporizhzhia.  

Starukh ha affermato che le forze russe hanno preso di mira due siti a Zaporizhzhia, inclusa la stazione ferroviaria della città. Ha detto che questi sono stati i primi siti civili ad essere colpiti in città, ma non ci sono state notizie di vittime.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati