Ucraina. Zelensky sospende capo sicurezza e procuratore generale. Indagini sul loro operato

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente Volodymyr Zelensky ha sospeso il capo dell’agenzia di spionaggio ucraina (SBU) e il procuratore generale, Ivan Bakanov (a sinistra della foto di copertina) e Iryna Venediktova,  citando molti casi di tradimento nelle due potenti organizzazioni.

Zelensky detto che più di 60 ex dipendenti stavano ora lavorando contro l’Ucraina nelle aree occupate dalla Russia. Un totale di 651 casi di collaborazione e tradimento sono stati aperti contro le forze dell’ordine.

- Advertisement -

In un discorso video alla fine di domenica, Zelensky ha dichiarato: “Una tale serie di crimini contro le basi della sicurezza nazionale dello stato… pone domande molto serie ai capi [delle due organizzazioni] pertinenti”.

“Ognuna di queste domande riceverà una risposta adeguata”, ha aggiunto il presidente ucraino.

In una successiva intervista alla TV ucraina, Andriy Smirnov, uno dei massimi consiglieri di Zelensky, ha chiarito che i funzionari non sono stati licenziati, come inizialmente suggerito, ma semplicemente rimossi in attesa di un’indagine.

- Advertisement -

“Al fine di prevenire la potenziale influenza di questi due funzionari sui procedimenti penali, che sono oggetto di indagine in relazione ai dipendenti della SBU sospettati di collaborare con il paese aggressore, e lo stesso vale per l’ufficio del pubblico ministero, il presidente ha preso le decisioni appropriate, ” disse il signor Smirnov.

La rimozione del capo della SBU Ivan Bakanov, amico d’infanzia di Zelensky, segue l’arresto di alto profilo di un ex capo regionale della SBU in Crimea, annessa alla Russia nel 2014. Oleh Kulinych è sospettato di tradimento.

“Tutti coloro che insieme a lui facevano parte di un gruppo criminale che ha lavorato nell’interesse della Federazione Russa saranno anche ritenuti responsabili”, ha affermato Zelensky . “Si tratta del trasferimento di informazioni segrete al nemico e di altri fatti di cooperazione con i servizi speciali russi”.

Anche alti funzionari dell’intelligence con sede a Kherson sono stati accusati e il signor Zelensky ha suggerito che sarebbero state intraprese ulteriori azioni contro altri ufficiali della SBU.

Da tempo si presumeva che l’Ucraina avesse un problema con l’infiltrazione russa nei suoi servizi di sicurezza e nel suo discorso Zelensky ha cercato di illustrare l’impatto di ripetute violazioni della sicurezza.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati