Dati Covid in tempo Reale

All countries
350,292,303
Confermati
Updated on 23 January 2022 13:47
All countries
276,513,561
Ricoverati
Updated on 23 January 2022 13:47
All countries
5,611,459
Morti
Updated on 23 January 2022 13:47

Usa. Biden accusa la Cina di attacco a Microsoft. Replica, siete “campioni mondiali” di attacchi informatici

- Advertisement -

AgenPress – L’amministrazione Biden ha accusato formalmente Pechino per la prima volta d’aver assoldato gruppi criminali e di hacker per violare il sistema di posta elettronica Exchange di Microsoft, popolare tra aziende, compresi fornitori militari, e governi. Obiettivi: dallo spionaggio al ricatto attraverso ransomware. E per la controffensiva ai ciberattacchi cinesi Washington ha mobilitato una coalizione inedita: la denuncia, anche se con toni diversi, è stata sottoscritta dalla Nato e dall’Unione Europea, oltre che individualmente da Paesi che vanno dalla Gran Bretagna al Canada, dal Giappone ad Australia e Nuova Zelanda.

Immediata la reazione della Cina rispedendo al mittente le accuse dell’amministrazione Biden e dei suoi alleati sui massicci attacchi contro i server di Microsoft, definendole “infondate” e “irresponsabili”.
Nella prima risposta ufficiale, Pechino ha mobilitato le ambasciate in Australia e Nuova Zelanda. In due note separate, la missione diplomatica a Wellington ha parlato di accuse “totalmente infondate e irresponsabili” e frutto di “diffamazione dolosa”, mentre quella a Canberra ha accusato l’Australia di “fare il pappagallo” della retorica americana, descrivendo Washington come “il campione mondiale degli attacchi informatici dannosi”.
 “Gli Stati Uniti sono i campioni mondiali” degli attacchi informatici ed è “inaccettabile” che abbiano formato una coalizione “coi loro alleati” per incolpare Pechino di “attacchi informatici: lo scopo è politico, è solo per diffamare e per contenere la Cina. Noi combattiamo sempre con fermezza tutte le forme di attacchi informatici”. Dopo la risposta di ambasciate e missioni diplomatiche sparse nel mondo alle accuse di cyberattacchi contro i server di Microsoft avanzate da Usa, Ue e alleati, il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha imputato a Washington la responsabilità di aver “costruito” un dossier “dal nulla”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati