Usa. Sullivan, ulteriore pacchetto di sanzioni contro Putin. Viaggio Biden a Bruxelles e Polonia

- Advertisement -

AgenPress – Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha presentato in anteprima il prossimo viaggio del presidente Joe Biden a Bruxelles e in Polonia, delineando il programma del presidente e stabilendo una serie di priorità per il viaggio.

Secondo Sullivan, Biden parteciperà a un vertice di emergenza della NATO a Bruxelles, insieme ai leader degli altri 29 alleati della NATO, prima di rivolgersi ai 27 leader dell’Unione europea in una sessione del Consiglio europeo.

- Advertisement -

 Da lì, Biden “avrà l’opportunità di coordinarsi sulla prossima fase dell’assistenza militare all’Ucraina” e “unirsi ai nostri partner nell’imporre ulteriori sanzioni alla Russia e inasprire le sanzioni esistenti per reprimere l’evasione e garantire una solida applicazione”.

Il presidente dovrebbe anche fare una serie di nuovi annunci, tra cui “un’azione congiunta per rafforzare la sicurezza energetica europea e ridurre finalmente la dipendenza dell’Europa dal gas russo”, nonché “aggiustamenti a lungo termine alla posizione delle forze NATO sul fianco orientale .” Biden assumerà anche ulteriori impegni sui diritti umani “per rispondere al crescente flusso di rifugiati” che fluisce dall’Ucraina.

In Polonia, Biden “si impegnerà con le truppe statunitensi che ora stanno aiutando a difendere il territorio della NATO e incontrerà esperti coinvolti nella risposta umanitaria” e terrà un incontro bilaterale con il presidente polacco Andrzej Duda. Sullivan non ha detto se il presidente si sarebbe incontrato personalmente con i rifugiati durante un viaggio in Polonia.

- Advertisement -

Sullivan ha inoltre detto che il presidente russo Vladimir Putin “ha finora manifestamente fallito” nel soggiogare la vicina Ucraina, rafforzare il potere russo nella regione o degradare l’influenza occidentale.

“I russi potranno prendere città e territori ma non riusciranno nei loro obiettivi di soggiogare il popolo ucraino”.

“Da parte nostra, da quando il presidente Biden e gli Stati Uniti hanno iniziato ad avvertire il mondo dell’imminente aggressione russa, a novembre, abbiamo perseguito in modo chiaro e coerente tre linee di sforzo”, ha detto Sullivan ai giornalisti.
 “In primo luogo, aiuta l’Ucraina a difendersi fornendo armi e equipaggiamento militare. In secondo luogo, imporre costi economici gravi e crescenti alla Russia attraverso l’applicazione di sanzioni senza precedenti in stretto coordinamento con alleati e partner in Europa, nell’Indo-Pacifico e in altre parti del mondo, e terzo, rafforzare la NATO e l’alleanza occidentale rafforzando le nostre forze posizione sul fianco orientale e rendendo i nostri alleati più resistenti contro altre forme di aggressione russa. Abbiamo fatto mosse decisive su tutti e tre i fronti e il viaggio del presidente Biden comporterà ulteriori azioni su ciascuno di questi tre fronti”.

“Non ho intenzione di anticipare un annuncio, che sarà lanciato insieme ai nostri alleati giovedì quando il presidente avrà l’opportunità di parlare con loro in quel momento, un ulteriore pacchetto di sanzioni”, ha aggiunto Sullivan.

“Quello che dirò è che uno degli elementi chiave di quell’annuncio si concentrerà non solo sull’aggiunta di nuove sanzioni, ma sul garantire che vi sia uno sforzo congiunto per reprimere l’evasione, l’eliminazione delle sanzioni, qualsiasi tentativo da parte di qualsiasi Paese di aiutare la Russia fondamentalmente a minare, indebolire o aggirare le sanzioni”, ha continuato, definendolo “una parte importante di questa prossima fase”.

Ci saranno nuove designazioni e obiettivi di sanzioni, ha aggiunto Sullivan, ma “gran parte di ciò riguarda l’applicazione efficace e l’evasione, applicando le lezioni che abbiamo imparato da altre circostanze in cui, di fatto, abbiamo imposto sanzioni ai paesi”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati