Legge elettorale, Saccone (Forza Italia – Udc): “Bene modello tedesco inserendo anche la sfiducia costruttiva”

693

Agenpress. “Noi dell’Udc già in tempi non sospetti abbiamo espresso il nostro favore nei confronti del modello proporzionale ispirato alla legge elettorale tedesca, così come proposto dall’On. Brescia, ma se dobbiamo ispirarci alla Germania per stabilizzare il sistema facciamolo bene, inserendo anche la sfiducia costruttiva”.

Lo afferma in una nota il Sen. Antonio Saccone (Forza Italia – Udc) che così come proposta dal presidente della commissione Affari costituzionali della Camera definisce l’ipotesi di riforma elettorale un “Germanicum sciancatus”. “ Se il combinato disposto della riforma elettorale è quello di ridare centralità e stabilità al Parlamento l’Udc non può che essere d’accordo, ma per farlo correttamente sarebbe auspicabile introdurre una clausola per cui non è possibile sfiduciare un esecutivo se non proponendone contestualmente un altro al capo dello stato con un voto a maggioranza assoluta: la sfiducia costruttiva come in Germania, appunto”, evidenzia Saccone.

Altra questione da sempre cara all’Udc è quella relativa alla reintroduzione delle preferenze: “ogni volta che in Italia si affronta il discorso della legge elettorale sono in molti – e trasversalmente- a voler tornare alle preferenze, ma poi non se ne fa mai nulla preferendo il porto sicuro delle liste bloccate, noi, invece, riteniamo che sia assolutamente necessario, almeno stavolta, ragionarne seriamente”, aggiunge il senatore Udc, “se vogliamo dare stabilità politica a questo paese è la volta buona per farlo seriamente”. “Non appena il testo arriverà in aula al Senato, quindi, presenteremo degli emendamenti per introdurre entrambe le cose, sfiducia costruttiva e preferenze, certo  che molti colleghi condivideranno con me le proposte”.