L’opinione di Roberto Napoletano. Se il Nord continua a scavare nel Sud con gli occhi bendati

263
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress. Avete mai sentito parlare nella più impropriamente politica delle campagne elettorali regionali di Emilia-Romagna e Calabria del quadrilatero Napoli-Bari-Taranto-Gioia Tauro che può unire per la prima volta Adriatico e Tirreno e restituire all’Italia la sua leadership nel Mediterraneo?

Quattro zone economiche speciali, circa 10 milioni di persone, due aeroporti internazionali a Napoli e Bari, tre in Calabria su cui investire ancora, una rete integrata di porti e interporti, un centro smistamento merci e commerciale nel cuore della Campania tra i più rilevanti d’Europa, il primo scalo del Mediterraneo (Gioia Tauro) per infrastrutture, posizionamento strategico, fondali, dragaggio, traffici.

Non vi pare proprio, nessuno vi ha detto niente? Certo, per carità, come avrebbero potuto tra guerre di piazze, sardine, citofoni e stuoli di giornalisti televisivi in servizio politico permanente effettivo per cui non c’è mai un numero su cui confrontarsi ma sempre qualche mostro da inventare, bufale da ingigantire, populismi che perdono pezzi e figure forti che più sono demonizzate e più consensi attraggono.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/2020/01/24/leditoriale-del-direttore-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-se-il-nord-continua-a-scavare-nel-sud-con-gli-occhi-bendati