Coronavirus. Bonetti (min. Famiglia), salvaguardare salute dei nonni, non badino ai nipoti

613
Il ministro per la Famiglia, Elena Bonetti

Agenpress – In merito alla circolare del Viminale che apre alle passeggiate dei minorenni con un genitore, “le misure di contenimento sociale andranno avanti molto più a lungo di quello che potevamo sperare perché più a lungo dobbiamo pensare al distanziamento sociale, ma non possiamo pensare di tenere ancora chiusa un’intera generazione”.

Così Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia.

“Per tutelare la salute dei nonni va ritardato il rapporto con i nipoti e che quindi devo dare alle famiglie gli strumenti per organizzare una vita diversa da quella precedente, non potendosi inizialmente basare sull’aiuto concreto che finora i nonni hanno rappresentato. Allo stesso tempo bisogna prevedere misure per aiutare la popolazione anziana ad andare avanti e vivere bene”.

Sulla ripartenza, “è necessario programmarla in modo preciso e credo lo si debba fare anche attraverso uno screening sierologico che ci dica se ci sono categorie di contagiati che possono aver maturato una certa immunità, in modo da avere una mappa della parte di società che può tornare in campo prima, in attesa di avere l’immunità di gregge”-

Secondo Bonetti  “il lavoro femminile può essere una risorsa collettiva da valorizzare. La tenuta biologica delle donne rispetto al virus va considerata opportunamente. Intendo portare ai vari tavoli del governo la proposta di valorizzare il lavoro femminile come risorsa prioritaria da mettere in campo per tutti ma va promosso un serio studio che consolidi le osservazioni empiriche”.