L’opinione di Roberto Napoletano. Italia in bilico. Al tracollo tutti in monopattino, fermate Gualtieri

I grandi investitori internazionali vogliono vedere quanti soldi certi compensativi siamo capaci di trasferire alle imprese, come incentiviamo i consumi, che disegno industriale abbiamo per il Paese. Non li calcoliamo proprio. Rispondiamo producendo norme, inventando la Zecca delle complicazioni e fabbricando marchette a getto continuo

623
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress – Ci deve essere un cestino vicino alla scrivania del ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, dove tutti passano e buttano le loro carte arrotolate. Poi un segretario zelante le srotola una a una e le mette in bella evidenza sul tavolo da lavoro del ministro. Che deve solo copiare e mettere in bella copia.

Passano Fraccaro, la Castelli. Fa un giro Renzi. Ha sempre qualcosa da aggiungere Di Maio. Il ministro dell’ambiente Costa. Se si tratta della Lega, sottobanco, sono in tre. Una volta Giorgetti. Una volta Salvini. Una volta Zaia. Patuanelli ha una lista sempre lunga, ma è garbato nei modi. La De Micheli ha molte pratiche da spicciare.

I più timidi sono Zingaretti e D’Alema. Ognuno comunque fa il suo perché tutti hanno campo libero. Qualcuno di questi passanti più o meno illustri si è voluto distinguere. Ha consegnato a mano l’elenco dei consiglieri di amministrazione del Monte dei Paschi e se ne è andato quando ha avuto assicurazioni che, escluso il capo azienda dove la legge è tassativa e tranne uno uscente confermato, tutti i nuovi restanti 11 consiglieri di nomina del Tesoro non avessero mai lavorato nemmeno un’ora nel board di una banca, nemmeno di una Popolare o di una banca di credito cooperativo.

Forse non sono mai nemmeno entrati in una filiale, ma dovranno scrivere e rinegoziare in toto il piano industriale della banca con la Commissione Europea. Roba da far tremare vene e polsi a chi ha le mani in pasta in Italia e fuori su temi così delicati da una vita. Noi abbiamo deciso di affidarci a un plotone di neofiti di gestione bancaria. Sa, ministro Gualtieri, che cosa avrebbero fatto Ciampi e Tremonti, al posto suo? La carta gliela avrebbero rifilata in gola al passante più o meno illustre perché i curriculum e il merito devono valere sempre, ma sono un imperativo assoluto quando si tratta di cose difficili. Prendiamo atto che non è così.

Video la Grande Balla

https://www.quotidianodelsud.it/dibattito-idee/libri/2020/05/12/video-la-grande-balla-un-coro-di-consensi-sul-libro-che-ha-anticipato-i-temi-della-crisi-del-coronavirus/

Video Basta con i regali al Nord con i soldi del Sud

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/due-italie/economia/2020/05/13/video-basta-con-i-regali-al-nord-con-i-soldi-del-sud/

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/2020/05/18/leditoriale-di-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-italia-in-bilico/