Istituto Friedman: nasce “Liberty” il magazine dei liberali italiani

663

Agenpress. “‘Le soluzioni governative a un problema sono solitamente cattive quanto il problema e, spesso, rischiano di peggiorarlo’. Questo scriveva Milton Friedman nel 1975 nella ‘Protesta di un’economista’.

Mai come in questo periodo, la sua lucidità ci viene in aiuto per capire il contesto che stiamo vivendo. Mai come in questo periodo, un contributo come quello del nostro nuovo periodico appare importante e necessario.

Liberty: un nome che urla una volontà, la volontà dell’individuo di combattere la propria battaglia. La propria battaglia da imprenditore, da medico, da infermiere, da insegnante, da operaio o da commesso di supermercato.

Questo primo numero è de facto divenuto uno ‘Speciale Coronavirus’, sul terribile periodo che abbiamo vissuto, per questo in prima pagina abbiamo voluto titolare l’intera rivista con un grande GRAZIE rivolto a tutto il personale sanitario che ci ha salvati dal peggio mettendoci anima e corpo. In quest’edizione potrete leggere tanti contributi diversi che, sono certo, porteranno utili elementi di riflessione specialmente sui risvolti socio-economici di questa crisi epocale.

Una cosa accomuna tutti gli interventi dei Membri del nostro Istituto e degli Amici che hanno contribuito: la concretezza. LIBERTY sarà un periodico e verrà pubblicato in versione scaricabile gratuitamente dal sito Friedman.it nonché distribuito in forma cartacea agli iscritti dell’Istituto, alle istituzioni, alle redazioni, alle grandi aziende ed agli opinion leader del nostro Paese, con l’obiettivo ambizioso di crescere sempre più e raggiungere quanti più lettori possibile” .

Così il Prof. Dario Peirone ed Alessandro Bertoldi, rispettivamente Direttore generale ed esecutivo dell’Istituto Milton Friedman Institute annunciano la nascita del periodico dello stesso Istituto.