Covid 19: Pakistan, i cristiani subiscono discriminazioni anche nella distribuzione dei generi alimentari

“Alcune ONG locali hanno rifiutato di fornire provviste di emergenza ai non-musulmani”

396

AgenPress. La comunità cristiana del Pakistan sta vivendo un momento di grande sofferenza: i cristiani sono infatti i più colpiti dalle conseguenze economiche del pandemia del Covid 19 e subiscono discriminazioni anche nella distribuzione dei generi alimentari e di prima necessità.

La grave situazione di indigenza e marginalizzazione è stata denunciata dalla Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs), che si è quindi attivata con un programma di sostegno per oltre 5.000 tra le più povere famiglie del Paese minacciate dal coronavirus.

Una nota della Fondazione Pontificia chiarisce che “alcune ONG locali hanno rifiutato di fornire provviste di emergenza ai non-musulmani”. Per questo motivo, i partner dei progetti di ACS presenti sul territorio hanno distribuito “più del 70% degli aiuti ai cristiani, prevalentemente impiegati nei lavori più umili e peggio retribuiti”.