Migranti, Lega, da Ue e Governo vergognoso scaricabarile, Italia campo profughi d’Europa

1415
foto d'archivio

AgenPress. “Da Ue e Governo un vergognoso scaricabarile sull’emergenza immigrazione, entrambi si voltano dall’altra parte mentre l’Italia diventa il campo profughi e il lazzaretto d’Europa. In risposta a una nostra interrogazione sull’aumento esponenziale di sbarchi di clandestini, la Commissione Europea ha ammesso di non essere competente per indicare luoghi sicuri di sbarco, mentre ha sottolineato l’importanza che il Governo italiano predisponga piani di emergenza adeguati per far fronte a eventuali ulteriori arrivi.

La realtà però è che mentre il premier Conte e il ministro Lamorgese annunciano provvedimenti che nessuno finora ha visto oppure idee scellerate come installazioni di tendopoli o le navi quarantena da 4 milioni di euro, i porti siciliani continuano ad accogliere centinaia di immigrati al giorno, spesso infetti da Covid, una minaccia quotidiana alla salute e alla sicurezza dei cittadini. E pensare che gli accordi di Malta avrebbero dovuto risolvere il problema.

Oltre al danno, la beffa: la Commissione dice che continuerà a incoraggiare gli Stati membri a riprendere le ricollocazioni volontarie ‘non appena la situazione lo consentirà’: in parole povere, mentre l’Europa distoglie lo sguardo, l’Italia, alle prese con la crisi conseguente all’epidemia e con un Governo che si rivela ogni giorno più inadeguato e incapace di far sentire la propria voce sui tavoli che contano, è sempre più abbandonata a se stessa”.

Così in una nota gli europarlamentari della Lega Annalisa Tardino, Francesca Donato, Marco Zanni, Alessandro Panza, Susanna Ceccardi, Valentino Grant, Luisa Regimenti, Matteo Adinolfi, firmatari dell’interrogazione alla Commissione Europea.