Parigi. Decapitato in strada un professore. Aveva mostrato in classe caricature di Maometto

301

AgenPress – La procura antiterrorismo ha aperto un’inchiesta dopo la decapitazione nell’hinterland di Parigi: è quanto rivela radio Europe 1. Dalle prime informazioni, un uomo armato di un coltello, sospettato di aver decapitato  nella banlieue di Parigi  un professore di Storia e Geografia del liceo del Bois d’Aulne, di Conflans-Saint-Honorine. Nei giorni scorsi avrebbe mostrato in classe agli studenti le caricature di Maometto, probabilmente durante un corso sulla libertà d’espressione, scrive Le Monde. Stando a fonti di stampa, l’aggressore, ucciso dalla polizia, potrebbe essere un genitore.

L’uomo è stato decapitato a Conflans Saint-Horine, vicino Parigi. I fatti si sono svolti intorno alle 17:00, nei pressi di una scuola. La procura nazionale antiterrorismo ha annunciato l’apertura di un’inchiesta per “omicidio in relazione con un’azione terroristica” e “associazione a delinquere terrorista criminale”.

L’aggressore è stato ucciso a colpi di pistola.  L’assassino era stato bloccato dalla polizia con il coltello in mano mentre cercava di fuggire in direzione della vicina città di Eragny (Val-d’Oise) e, all’intimazione di posare l’arma, aveva aggredito gli agenti urlando ‘Allah akbar’. Gli sminatori sono sul posto per verificare che l’omicida non abbia addosso ordigni esplosivi. L’uomo che ha decapitato il professore ha fatto a tempo a pubblicare le immagini del suo atto su Twitter prima di essere abbattuto dalla polizia.

Lo si apprende da fonti dell’inchiesta. Il killer aveva 18 anni ed era nato a Mosca, dicono fonti vicine all’inchiesta. Stando a queste fonti, l’uomo avrebbe avuto un giubbetto esplosivo e – con il coltello ancora in mano dopo la decapitazione – si sarebbe diretto verso i poliziotti accorsi con fare minaccioso.

Gli agenti gli hanno intimato di fermarsi, inutilmente, poi hanno aperto il fuoco, uccidendolo. Il presidente francese, Emmanuel Macron, si è recato alla cellula di crisi al ministero dell’Interno per seguire le indagini sulla decapitazione del professore, secondo quanto reso noto dall’Eliseo. Il ministro dell’Interno, in visita in Marocco, è precipitosamente rientrato a Parigi.