M5S. Casaleggio, limite due mandati principio fondante. Con Grillo non ho parlato di Stati generali

433

AgenPress –  “Il tema della partecipazione civica per un tempo limitato credo sia uno dei principi fondanti del M5s e penso che sia condiviso dalla maggior parte degli eletti”. Lo ha detto Davide Casaleggio su La7 rispondendo a una domanda sul limite dei due mandati per i rappresentanti del Movimento.

“L’applicazione Rousseau X è una delle richieste che abbiamo avuto da parte degli iscritti che volevano partecipare direttamente dal cellulare. E’ stata portata avanti da Rousseau che si sta finanziando negli ultimi due anni con il contributo dei parlamentari. Noi abbiamo sempre trovato modi di finanziamento che fossero alternativi al finanziamento pubblico”. Poi ci sono dei soldi che arrivano al territorio. Esistono tre volte tanto le risorse che oggi sono destinate all’organizzazione che sono destinate al territorio”, ha aggiunto.

“Ho visto questo week end Grillo e sta benissimo. Non abbiamo parlato di stati generali, di questi temi ma di altro. E’ vero che ci sono state molte richieste da molti parlamentari di riconfigurare il rapporto con Rousseau e io – ha aggiunto – ho sempre garantito la mia disponibilità. Stiamo dando supporto alle cose che ci vengono richieste in vista degli stati generali. Ma in questi anni noi abbiamo avuto tanti rapporti con movimenti internazionali, loro erano molto curiosi, vedo una grande volontà di conversazione a livello internazionale. Queste aggregazioni si stanno evolvendo. Credo ci sia la necessità di capire quali strumenti di organizzazione civica ci siano. Rousseau lo ha sempre fatto e lo farà sempre di più in futuro”.

“Un organo collegiale già esiste, ha 200 persone e devo capire in che modo si deve evolvere quest’organo collegiale anche perché il Movimento è l’organo politico con la maggiore collegialità. Mi dispiacerebbe se si concludesse con una sostituzione dell’assemblea collegiale che già c’è”.