Telefono Azzurro rimuove il video che ha suscitato le proteste degli amici degli animali

Oipa: «Speriamo che l’associazione faccia ammenda ideando una nuova campagna dove gli animali abbiano un ruolo positivo»

208

AgenPress. Dopo le proteste degli amici degli animali, è stato rimosso dai social di Telefono Azzurro il video della campagna di sensibilizzazione #primaibambini ispirata a luoghi comuni. Lo spot veicolava un messaggio che invece di educare all’amore, all’azione, alla solidarietà, risultava diseducativo e ispirato  una retorica antropocentrica. Lo rende noto l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). È auspicabile che l’associazione faccia ammenda ideando una nuova campagna dove gli animali abbiano un ruolo positivo.

L’antefatto. Telefono azzurro ha realizzato uno spot in cui rappresentava una situazione di pericolo, un incendio in uno stabile, e l’azione di un uomo che, entrato in una stanza infuocata in cui si trovano due bambini, e un cane decide di portare in salvo quest’ultimo e lasciare lì i bambini.

«Siamo soddisfatti per il ritiro dello spot dai social di Telefono Azzurro e speriamo che sia ritirato anche da tutti i circuiti della distribuzione. Riteniamo che questa campagna, lanciata con l’hashtag #primaibambini,  sia diseducativa e lontana da ogni principio etico che vuole l’inclusione e non l’esclusione», commenta il presidente di Oipa Italia, Massimo Comparotto. «Sul piano sociale genera divisioni e fratture fondate su false suggestioni del tipo “chi aiuta gli animali non ama i bambini”. In conseguenza di questo video-spot, Telefono Azzurro ha probabilmente perduto diversi sostenitori amici  degli animali. Perché chi ama gli animali ama anche gli umani e chi fa donazioni a favore degli animali di solito le fa anche a favore degli umani in difficoltà».