Sen. Fiammetta Modena (FI) al premier Conte: “Sulla sanità in Calabria fate presto. Domani sarà già troppo tardi”

130

AgenPress. “Presidente Conte, possibile che lei e il suo Governo non abbiate ancora trovato e nominato un nuovo Commissario della sanità in Calabria – parla così la senatrice Fiammetta Modena, membro della commissione giustizia di Palazzo Madama – quanto i calabresi dovranno ancora aspettare? Laggiù tutto sta morendo. È mortala speranza dei calabresi dopo aver chiuso ben 18 ospedali diversi.

Oggi – dice l’esponente forzista – oltre far montare all’Esercito ospedali da campo  sparsi per il territorio, perché non pensa di riaprirne uno di quelli già chiusi e farne un grande centro Covid regionale?

Possibile che con il suo potere, che è immenso in questi mesi, non ha trovato una personalità del mondo scientifico o manageriale da mandare al servizio dei calabresi. Sono settimane che vi arrovellate su questo tema.

È gravissimo che lo scontro tra PD e Movimento Cinque Stelle paralizzi la scelta definitiva. Ma è proprio necessario dover trovare un uomo del PD legato magari al Presidente Zingaretti da mandare a Catanzaro?

O un prefetto in pensione? In questi mesi lei ha nominato centinaia di esperti nella sua task force: prenda il migliore che ha e lo mandi in Calabria.

Cosa ancora deve accadere – conclude Fiammetta Modena – perché vi rendiate conto dello sfascio immane della sanità in Calabria e della disperazione reale di centinaia di migliaia di famiglie? E se alla fine non saprà proprio cosa fare prenda il suo commissario del cuore, Arcuri, e lo mandi laggiù, calabrese tra i calabresi, forse questa volta potrebbe essere utile davvero a qualcosa o a qualcuno”