Dati Covid in tempo Reale

All countries
176,222,896
Confermati
Updated on 12 June 2021 19:55
All countries
158,499,387
Ricoverati
Updated on 12 June 2021 19:55
All countries
3,803,362
Morti
Updated on 12 June 2021 19:55

Arabia Saudita. Scarcerata dopo 1000 giorni Loujain al-Hathloul, attivista per i diritti delle donne

AgenPress – L’Arabia Saudita ha rilasciato l’attivista per i diritti delle donne Loujain al-Hathloul dopo quasi tre anni di prigione, ha annunciato la sua famiglia mercoledì.

Hathloul è stata arrestata nel maggio 2018 , insieme a una dozzina di altre attiviste donne, dopo aver fatto pressioni per porre fine al divieto per le donne guidatrici che esisteva da diversi decenni in Arabia Saudita. Tre settimane dopo la sua detenzione, il paese ha revocato il divieto.

Fino a quel momento, l’  Arabia Saudita era l’unico paese al mondo a vietare alle donne di guidare un’automobile.

Volto delle proteste delle donne nel Regno dei Saud per l’emancipazione femminile, a partire dal diritto di guidare, Hathloul a dicembre era stata condannata a cinque anni e otto mesi di carcere per reati di terrorismo, ma il tribunale aveva sospeso la detenzione di due anni e dieci mesi. Loujain dovrà rispettare il divieto di viaggiare per cinque anni e tre anni di libertà vigilata.

Il rilascio di al-Hathloul, che è ancora in libertà vigilata, ha acceso i festeggiamenti tra i suoi fratelli che avevano lanciato una campagna a suo favore.

“Loujain è a casa !!!!!!!” sua sorella Lina al-Hathloul ha postato su Twitter.

“Se non le è permesso di lasciare l’Arabia Saudita, o è costretta a rimanere in libertà vigilata, non c’è motivo di credere che non sarà nuovamente arrestata o costretta a rimanere soggetta alle leggi draconiane del suo paese che le impediscono di parlare e chiederle diritti fondamentali “, ha detto Abdullah Alaoudh, direttore della ricerca del Golfo presso Democracy for the Arab World Now, l’organizzazione fondata da Khashoggi.

L’ONU ha descritto la punizione come “spuria” in base alle ampie leggi antiterrorismo . Il tribunale ha sospeso due anni e 10 mesi della sua condanna, la maggior parte dei quali era già stata scontata.

Gli Stati Uniti hanno definito il rilascio di al-Hathloul uno “sviluppo molto gradito”, aggiungendo che non avrebbe mai dovuto essere mandata in prigione in primo luogo.

“La promozione e la difesa dei diritti delle donne e di altri diritti umani non dovrebbero mai essere criminalizzati”, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati