Dati Covid in tempo Reale

All countries
180,765,742
Confermati
Updated on 25 June 2021 03:33
All countries
163,692,261
Ricoverati
Updated on 25 June 2021 03:33
All countries
3,915,962
Morti
Updated on 25 June 2021 03:33

Denise Pipitone. La madre, “chi sa parli”. Nessun nascondiglio nella casa di Anna Corona

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “In questa città c’è chi ha visto e sa come è scomparsa Denise ed è a queste persone che mi rivolgo: adesso basta, fatevi coraggio è l’ora di parlare, non potete tenervi sulla coscienza questo peso”.

È l’accorato appello lanciato con un’intervista da Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, la bambina scomparsa misteriosamente il primo settembre 2004 a Mazara del Vallo, quando aveva 4 anni. “Denise è figlia di questa città – aggiunge Maggio – e dobbiamo proteggerla. La mia piccola merita verità e giustizia”. L’ispezione dei carabinieri della Scientifica e dei vigili del fuoco nella casa di via Pirandello 55 a Mazara del Vallo che fu in uso ad Anna Corona, l’ex moglie di Pietro Pulizzi, papà biologico della piccola Denise Pipitone, non avrebbe portato a nulla. Corona è la mamma di Jessica Pulizzi (sorellastra della piccola scomparsa l’1 settembre 2004), finita sotto processo e assolta nei tre gradi di giudizio.

“17 anni dopo ispezione a uso mediatico” “Per me è un’attività mediatica a uso esclusivamente mediatico. In realtà non penso che ispezioni come quella avvenuta possa portare a qualcosa, dopo quasi venti anni”, commenta Alberto Di Pisa, l’ex Procuratore di Marsala che per un periodo coordinò l’inchiesta sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone. Il magistrato, commentando l’ispezione nella palazzina in cui abitò per molti anni Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise, si dice convinto che “dopo tutti questi anni non sono elementi rilevanti”. “Se qualcuno qualcosa di importante o da delle indicazioni allora ha un senso riaprire le indagini – spiega ancora Alberto Di Pisa – ma se la situazione è quella di allora, anche il volere accertare eventi dolosi non ha senso perché parliamo di reati nel frattempo prescritti. Sono indagini che non portano a nulla”. Poi, però aggiunge: “Forse i magistrati sono a conoscenza di qualcosa di particolare, ma guardando le cose che ho visto in tv in questi giorni, obiettivamente non portano nulla”.

Non c’è alcun nascondiglio o stanza segreta nella casa di via Pirandello a Mazara del Vallo abitata nei primi anni duemila da Anna Corona, l’ex moglie di Pietro Pulizzi, padre biologico della piccola Denise. La donna è la madre di Jessica Pulizzi, processata e assolta in via definitiva per la scomparsa della sorellastra. I carabinieri dopo un’intera giornata di ispezione hanno concluso le ricerche disposte dalla procura di Marsala “per verificare lo stato dei luoghi e se sono stati effettuati lavori edili” dopo la riapertura delle indagini sulla scomparsa di Denise. In particolare gli inquirenti, sulla base di alcune segnalazioni giunte negli ultimi giorni, hanno cercato un’eventuale stanza segreta dove potrebbe essere stata nascosta Denise subito dopo il rapimento e hanno anche fatto ispezionare un garage con una botola e un pozzo sottostante.

Altre News

Articoli Correlati