Dati Covid in tempo Reale

All countries
159,707,729
Confermati
Updated on 11 May 2021 13:33
All countries
138,362,370
Ricoverati
Updated on 11 May 2021 13:33
All countries
3,320,051
Morti
Updated on 11 May 2021 13:33
spot_img

Gb. La regina toglie a Harry e Meghan titoli e incarichi. “Continueremo a servire il Regno”

AgenPress –  I duchi di Sussex, Harry e Meghan, sono stati ufficialmente privati dalla regina dei loro titoli di patroni di una serie di attività affidate in quanto membri della famiglia reale e – nel caso del secondogenito di Carlo e Diana – anche di ruoli onorifici militari. Lo ha annunciato Buckingham Palace, precisando che Elisabetta II lo ha comunicato loro “in una lettera dopo una conversazione con il Duca” nella quale Harry ha confermato definitivamente la rinuncia allo status di membri senior della Royal Family annunciata clamorosamente l’anno scorso in nome di una maggiore autonomia e il trasferimento per ora in America.

“Il titoli militari e i patronati reali affidati al Duca e alla Duchessa tornano quindi a Sua Maestà, che li redistribuirà poi fra le attività di altri membri della Royal Family”, prosegue il testo del comunicato, nel quale si sottolinea come, tutti gli altri Windsor, “sebbene rattristati dalla loro decisione”, continuino a considerare “il Duca e la Duchessa di Sussex membri molto amati della famiglia” reale.

“In seguito a conversazioni avute con il Duca – si legge nella nota di palazzo – la Regina ha scritto (a Harry e a Meghan) per confermare che, essendosi (i Sussex) allontanati dal lavoro della Famiglia Reale, essi non possono continuare a esercitare le responsabilità e gli incarichi che derivano da una vita di pubblico servizio”.

Il portavoce di Harry e Meghan  ha replicato che la rinuncia  non impedirà ai duchi di Sussex di restare “impegnati a volgere i propri doveri” e a compiere attività di “servizio per il Regno Unito e in giro per il mondo.  I duchi fanno inoltre sapere d’aver “offerto di continuare a sostenere le organizzazioni” patrocinate finora anche senza avere più ruolo ufficiali. “Tutti possiamo vivere una vita di servizio.  Il servizio è universale”.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati