Dati Covid in tempo Reale

All countries
245,781,828
Confermati
Updated on 28 October 2021 03:49
All countries
221,042,365
Ricoverati
Updated on 28 October 2021 03:49
All countries
4,987,853
Morti
Updated on 28 October 2021 03:49

Inflazione: la classifica delle città e delle regioni più care

- Advertisement -

Rincari da 668 euro a Bolzano, 427 euro a Reggio Emilia, 420 a Trento

 Le regione più care: Trentino +542 euro, Basilicata +399, Emilia Romagna +369 euro


- Advertisement -

AgenPress. L’Istat ha reso noti oggi i dati dell’inflazione delle regioni e dei capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti, in base ai quali l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato l’ormai tradizionale classifica delle città e delle regioni più care d’Italia, in termini di aumento del costo della vita.

In testa alla classifica dei capoluoghi e delle città con più di 150 mila abitanti più care (Tabella n. 1), Bolzano, che con un’inflazione pari a +2,1%, ha la maggior spesa aggiuntiva, equivalente, per una famiglia media, a 668 euro. Al secondo posto Reggio Emilia dove il rialzo dei prezzi dell’1,6% determina un incremento annuo di spesa pari a 427 euro, segue Trento, dove il +1,8% comporta una spesa supplementare, per una famiglia tipo, pari a 420 euro.

Tra le città più virtuose, quelle simbolo del turismo, un segno evidente della crisi. Roma è in testa alla classifica, con un una spesa aggiuntiva di 130 euro per una famiglia tipo, al terzo posto Milano dove, per la mancanza di convegni, fiere, congressi, grandi eventi fieristici e convention aziendali si ha un’inflazione dello 0,5%, pari a Roma, la più bassa registrata, e un incremento di spesa di 145 euro. Firenze e Venezia, città d’arte per eccellenza, sono, rispettivamente, in quarta (+0,6%, pari a +165 euro) e in ottava posizione (+0,7%, equivalenti a +187 euro annui).

- Advertisement -

In testa alla classifica delle regioni più costose (Tabella n. 2), con un’inflazione a +2%, il Trentino Alto Adige che registra a famiglia, un rialzo medio pari a 542 euro su base annua. Segue la Basilicata, dove l’inflazione al 2% implica un aumento del costo della vita pari a 399 euro, terza l’Emilia Romagna (+1,4%), con un rincaro annuo, per la famiglia tipo, di 369 euro.

Tabella n. 1: Classifica delle città più care (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua

NCittàRincaro annuo per la famiglia tipoInflazione

annua di aprile

1Bolzano6682,1
2Reggio Emilia4271,6
2Trento4201,8
4Ravenna4011,5
5Modena3741,4
6Potenza3661,8
7Catania3601,7
8Perugia3581,5
9Catanzaro3341,7
10Napoli3281,5
11Livorno3131,2
12Bologna3101,1
13Cagliari3021,4
14Padova2781,1
15Reggio Calabria2751,4
16Ancona2721,2
17Parma2671
18Trieste2611,1
19Bari2501,2
20Genova2431
21Messina2361,2
22Torino2340,9
23Aosta2290,9
24Venezia1870,7
25Campobasso1800,9
26Verona1770,7
27Palermo1690,8
28Firenze1650,6
29Milano1450,5
30Brescia1370,5
31Roma1300,5

 

 

Tabella n. 2: Classifica delle regioni più care, in termini di spesa aggiuntiva annua

 NRegioniRincaro annuo per la famiglia media

(in euro)

Inflazione

annua di aprile

1Trentino Alto Adige5422
2Basilicata3992
3Emilia-Romagna3691,4
4Umbria3521,5
5Calabria3471,8
6Friuli-Venezia Giulia3031,3
7Campania3011,5
8Marche2901,3
9Toscana2831,1
10Abruzzo2811,4
11Sardegna2761,4
12Sicilia2701,4
13Valle d’Aosta2541
14Piemonte2421
15Liguria2241
15Veneto2240,9
17Puglia2091,1
18Lombardia1900,7
19Molise1600,8
20Lazio1440,6

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati