Lazio e Sicilia investono nella scuola e nella ricerca

- Advertisement -
AgenPress. Nel Lazio parte il piano annuale per la ricerca, con una dotazione di 64 milioni di euro. Il presidente Zingaretti annuncia infatti che la giunta regionale del Lazio ha approvato il Piano Annuale per la Ricerca, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico 2022 che descrive gli interventi realizzati, in corso di realizzazione e da realizzare.
Il nuovo piano per la ricerca prevede una parte riguardante lo Stato di avanzamento degli interventi avviati negli anni precedenti e una seconda parte legata agli interventi programmati per il 2022.
Nicola Zingaretti spiega: “Il piano prevede un investimento complessivo di oltre 64 milioni di euro ai quali si aggiungono le risorse provenienti dal FESR. Si tratta dunque di una cifra destinata a crescere ulteriormente anche grazie ai fondi in arrivo dal PNRR. Un progetto particolarmente ambizioso, dunque, che ci permetterà di investire sulle nostre eccellenze, sui giovani e sul loro futuro. In questi anni abbiamo fatto molto per la ricerca, in termini di investimenti ed iniziative, perché i nostri ragazzi devono avere le stesse possibilità di quelli stranieri, e perché crediamo fortemente che il settore sia una leva importante per lo sviluppo economico e culturale del nostro territorio. È anche così che lasceremo una Regione migliore”.
“Con il piano annuale per la Ricerca 2022 puntiamo su innovazione e trasferimento tecnologico per costruire un nuovo modello di sviluppo, più inclusivo, sostenibile e giusto, dove la ricerca e l’innovazione saranno valorizzati per creare benessere, senza nessuna distinzione” spiega l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione, Paolo Orneli.
Mentre in Sicilia la Fiera Didacta, il più importante evento fieristico dedicato al mondo della scuola, dell’università, della  formazione e della ricerca scientifica, si terrà per la prima volta in questa regione dal 20 al 22 ottobre, in collaborazione con la  Regione siciliana. Lo annuncia il governatore
Il presidente Nello Musumeci, spiega che ha  proposto agli organizzatori di Fiera Didacta Italia – manifestazione  tornata in presenza a Firenze nel maggio scorso, dopo due anni di stop legato alla pandemia – di organizzare nell’Isola una edizione  spin-off, nel solco di Didacta International, il più importante evento mondiale del settore scolastico, che da oltre 60 anni si svolge in  Germania.
“Far incontrare la comunità scolastica siciliana durante un evento di
altissimo livello, unico nel suo genere – afferma Musumeci – è per noi motivo di  grande orgoglio. Fiera Didacta Sicilia, rivolta in particolare al corpo docente e ai professionisti del settore, sarà occasione di  progettualità e confronto a sostegno della scuola del futuro e della  formazione innovativa dei nostri insegnanti. Ma sarà anche momento di  lancio del progetto regionale, nell’ambito del progetto nazionale  ‘Scuole 4.0’. Un impegno significativo della Regione al quale, ne sono certo – conclude Musumeci – corrisponderà una partecipazione altrettanto importante di pubblico ed addetti ai lavori”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati