Home Economia Manovra. Forza Italia chiede 2 mld in più per taglio tasse. Ok...

Manovra. Forza Italia chiede 2 mld in più per taglio tasse. Ok estensione dei bonus edilizi senza limiti di reddito

0
151

AgenPress – A Mario Draghi “la delegazione di Forza Italia chiederà di aumentare la cifra di 8 miliardi destinati alla riduzione della pressione fiscale ad almeno 10 miliardi, destinando a questo scopo le risorse che saranno risparmiate grazie alle norme più stringenti e ai controlli contro gli abusi sul reddito di cittadinanza. Forza Italia è inoltre favorevole al mantenimento e all’estensione dei bonus edilizi” e “propone un ulteriore rinvio selettivo delle delle cartelle esattoriali e degli altri adempimenti fiscali al 2022”.

Così una nota di FI dopo una riunione convocata da Antonio Tajani con ministri, capogruppo e dirigenti.

“Forza Italia chiedeva al governo una legge di bilancio che invertisse la tendenza e muovesse nella direzione di abbassare le tasse. Ciò non accadeva da molti anni, da quando lo fece l’ultimo governo presieduto da Silvio Berlusconi. Una pressione fiscale eccessiva è un ostacolo alla ripresa e rappresenta un freno ai consumi, se colpisce le imprese apre la strada alla concorrenza sleale e impedisce nuove assunzioni”, si legge ancora nella nota di Forza Italia, al termine di una riunione convocata dal coordinatore nazionale Antonio Tajani alla quale hanno partecipato i ministri, capogruppo e dirigenti nazionali azzurri, in vista dell’incontro di domani a Palazzo Chigi.

“Al presidente del consiglio Mario Draghi la delegazione di Forza Italia chiederà di aumentare la cifra di 8 miliardi destinati alla riduzione della pressione fiscale ad almeno 10 miliardi. Lo scopo è quello di estendere il taglio dell’Irap anche alle aziende e aumentare quello dell’Irpef per i lavoratori. Forza Italia è inoltre favorevole al mantenimento e all’estensione dei bonus edilizi, che devono essere fruibili senza limiti di reddito e anche per i proprietari di case monofamiliari e per i gestori di impianti sportivi. Per dare respiro al sistema economico in un momento così complesso, Forza Italia propone un ulteriore rinvio selettivo delle delle cartelle esattoriali e degli altri adempimenti fiscali al 2022″.