Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,635,216
Confermati
Updated on 19 June 2021 09:15
All countries
161,435,615
Ricoverati
Updated on 19 June 2021 09:15
All countries
3,867,840
Morti
Updated on 19 June 2021 09:15

Pandemia: Ue pubblica mappa contagi e dopo proteste la corregge

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress. Pubblicata una mappa Ue relativa ai contagi, con un’impostazione anche regionale, da parte del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc).

La mappa è aggiornata al 28 gennaio e le regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, oltre alla provincia autonoma di Bolzano, in un primo momento sono state indicate come le aree italiane in rosso scuro nella mappa dei contagi da Covid-19.
La mappa dovrebbe indicare le zone ad alto rischio Covid. Ma dopo le forti proteste e le richieste di correzione l’Ecdc dopo qualche ora ha corretto la mappa sui contagi da Covid pubblicata.

Nella nuova versione, Veneto ed Emilia Romagna non sono più rosso scuro ma solo rosse. In Italia le aree definite come ad alto contagio – e quindi in rosso scuro – rimangono il Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Bolzano. Aumentano le aree rosse scuro nella Penisola iberica, diminuiscono in Germania e nel sud della Svezia.

Il presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, stigmatizza che questa mappatura “prendendo in considerazione un unico parametro, penalizza esclusivamente chi è in grado di fare molti tamponi”, ed evidenzia che “questo meccanismo di valutazione della diffusione della pandemia produca danni gravissimi all’immagine dell’intero Nord Est con pesanti ripercussioni in particolare sul nostro comparto turistico”.
Per il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, “è scandaloso. Acquisiremo tutti i documenti e andremo fino in fondo per capire su che basi si fonda questa pubblicazione, chi l’ha diffusa, che dati sono stati usati, e qualora emergessero incuria, inesattezze, leggerezze, non mancheremo di tutelarci”.

Infine la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, afferma che per contenere la pandemia “si dovrebbero evitare viaggi non essenziali” ma esclude “misure troppo drastiche” per non “ostacolare la ripresa economica e un sistema sanitario ben funzionante”.

Altre News

Articoli Correlati