Dati Covid in tempo Reale

All countries
179,970,474
Confermati
Updated on 23 June 2021 10:29
All countries
163,018,228
Ricoverati
Updated on 23 June 2021 10:29
All countries
3,899,151
Morti
Updated on 23 June 2021 10:29

Recovery. Draghi. Troppe diseguaglianze, non lasciare nessuno indietro. 6 mld per politiche lavoro

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Da tempo l’Ue ha fatto del suo modello sociale un punto di orgoglio. Il sogno europeo è di garantire che nessuno venga lasciato indietro. Ma, già prima della pandemia, le nostre società e i nostri mercati del lavoro erano frammentati. Disuguaglianze generazionali, disuguaglianze di genere e disuguaglianze regionali. Questa non è l’Italia come dovrebbe essere, né l’Europa come dovrebbe essere”. Lo dice il premier Mario Draghi intervenendo al Social Summit di Oporto nell’ambito di un panel dal titolo “Employment and jobs”.

“Nell’Ue, un giovane su sette non è occupato, né frequenta un corso di istruzione o di formazione. In Italia siamo vicini a uno su quattro. Il divario nel tasso di occupazione tra uomini e donne nell’UE si attesta a 11,3 punti percentuali. In Italia è quasi il doppio. Un terzo della popolazione italiana vive nelle regioni del Sud, ma la sua quota di occupazione totale è solo di un quarto. Questa non è l’Italia come dovrebbe essere, né l’Europa come dovrebbe essere”, sottolinea, spiegando  che “l’Italia, grazie al Piano di ripresa e resilienza, sta cercando di porre rimedio a questa triste situazione. Verranno investiti 6 miliardi di euro per riformare le politiche attive del mercato del lavoro. Il Piano prevede un Programma per l’occupabilità e le competenze, destinato alla formazione e alla riqualificazione di coloro che devono cambiare lavoro o che sono alla ricerca di una prima occupazione, seguendo l’esempio del Programma europeo di garanzia per i giovani”.

Altre News

Articoli Correlati