Maltempo, per 12 Regioni stanziati 100 milioni per i primi interventi

193

Agenpress. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, annuncia che dodici regioni che hanno subito danni per il maltempo riceveranno risorse per le urgenze a favore della popolazione.

“In relazione agli eccezionali eventi di maltempo che hanno colpito buona parte del Paese, – spiega Fraccaro – il Governo ha dichiarato lo stato d’emergenza per 12 regioni e stanziato 100 milioni per i primi interventi urgenti. Siamo inoltre al lavoro per reperire ulteriori fondi che consentano un pronto superamento dell’emergenza: a tal fine sono stati individuati altri 140 milioni di euro da destinare alle somme urgenze e all’assistenza alla popolazione”.

“Il Consiglio dei ministri – aggiunge il sottosegretario alla presidenza del Consiglio – ha stanziato le prime risorse sulla base delle attestazioni speditive formulate dalla Regioni. Mentre i commissari stanno elaborando i piani indicando gli interventi necessari, il governo ha provveduto a individuare altre risorse che saranno ripartite tra le zone colpite dal maltempo. In commissione Finanze alla Camera, nell’ambito dell’esame del decreto fiscale, è stato approvato un emendamento del governo che provvede ad assegnare ulteriori 40 milioni di euro”.

“In queste ore, inoltre, – aggiunge Fraccaro – è alla firma del ministro dell’Economia un decreto che assegna altri 100 milioni di euro per la copertura delle spese sostenute dai territori coinvolti. Il governo – conclude Fraccaro – continua ad assicurare con il massimo impegno il sostegno concreto ai cittadini e agli enti locali per consentire ai territori coinvolti di superare al più presto l’emergenza”.

“Non possiamo che vedere con favore – afferma il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti – le ulteriori somme che il Governo si appresta a stanziare per le emergenze, anche se ancora largamente insufficienti per avviare un serio percorso legato alla difesa suolo e crescita delle infrastrutture nella nostra regione”.

“Resta inoltre il tema dei danni totali alle infrastrutture, – aggiunge Toti – oltre 500 milioni per la sola Liguria, e dei danni ad aziende e privati, stimati una cifra superiore a quella provocata dalla tragedia del Morandi. E resta anche la ormai pluridecennale attesa di infrastrutture adeguate al nostro territorio, che l’emergenza di questi giorni rende ormai non procrastinabili nella loro realizzazione. Serve un Tavolo Liguria immediatamente, che chiediamo al Governo di convocare, per inserire nella Legge di Stabilità le risorse e le opere che Regione Liguria non può più attendere e gli strumenti legislativi per realizzarle, come accadde col cosiddetto Decreto Genova. Se non verrà usata a questo fine la sessione di bilancio, sarà evidente a tutti il fatto che non ci saranno altre risorse per la nostra terra”