Coronavirus. Ryan (Oms), gli esseri umani non sono “greggi”, non fare calcoli pericolosi

522
Il capo del programma di emergenze sanitarie dell'Oms, Mike Ryan

Agenpress – Gli esseri umani “non sono greggi. Il concetto di immunità di gregge è legato ai vaccini , dobbiamo stare attenti quando usiamo questi termini perché questo può portare a un’aritmetica brutale che non mette le persone e le loro sofferenze al centro dell’equazione”.

Lo ha detto il capo del programma di emergenze sanitarie dell’Oms, Mike Ryan, sottolineando che “chiudere gli occhi e cercare di guidare alla cieca attraverso questa situazione è stupido e sono seriamente preoccupato che alcuni Paesi si stiano preparando a guidare al buio per i prossimi mesi”.

Ryan ha stigmatizzato “questa idea che Stati con misure carenti magicamente raggiungeranno un’immunità di gregge e pazienza se perderemo qualche anziano: sono calcoli pericolosi. Gli Stati responsabili guarderanno a tutta la loro popolazione e faranno tutto il possibile per proteggere la loro salute”.

“I dati preliminari degli esami sierologici mostrano che la proporzione delle persone che hanno sviluppato la malattia in modo significativo sono la parte maggiore delle persone infettate perché il numero dei contagiati in rapporto alla popolazione è più basso delle attese e questo significa, come diciamo da mesi, che questa è una malattia seria, il nemico pubblico numero uno”.