Rho – Cecchetti (Lega): “Grave ‘No’ governo a prolungamento M1, imbarazzo Pd”

637

AgenPress – “Il governo ha detto ‘No’ al prolungamento della linea M1 da Rho-Fiera verso nord-ovest. La bocciatura del nostro emendamento a mia prima firma presentato in proposito al decreto Rilancio per dare una risposta concreta ai problemi della mobilità pubblica del territorio è una sconfitta per Milano e i milanesi. Sfuma un’occasione d’oro, che prevedeva lo stanziamento di due milioni per realizzare il progetto di fattibilità e sostenere così un’opera ritenuta strategica e fondamentale da tutti. Anche dal Pd, che aveva di fatto sposato la nostra idea contenuta nella mozione del consigliere regionale Simone Giudici chiedendo assieme a noi il tavolo istituzionale propedeutico allo studio di fattibilità“.

Lo dichiara il vicecapogruppo vicario della Lega alla Camera, Fabrizio Cecchetti, primo firmatario dell’emendamento. “Oltre che la delusione, immaginiamo l’imbarazzo del Partito Democratico locale sconfessato – sottolinea l’esponente leghista – dai suoi stessi esponenti che in Parlamento sostengono il governo Conte bis. La delusione maggiore, lo sappiano, è di tutti quei cittadini e quelle imprese che, dopo mesi di lockdown, attendevano risposte concrete e che, invece, pagano le conseguenze della spaccatura sempre più evidente all’interno della maggioranza Pd-5S-Renzi. Penso, per esempio, agli oltre 2mila cittadini che avevano sottoscritto la petizione online per sostenere la richiesta di prolungamento della linea metropolitana M1. Nulla da fare. Altro che decreto Rilancio. Questo è un decreto-palude”. “Ma mi chiedo anche se la sinistra – aggiunge Cecchettisi rende conto che occorre assolutamente offrire ai cittadini soluzioni alternative valide e in grado di accompagnare la grande stagione di sviluppo sociale ed economico di Rho e dei comuni del nord ovest milanese in vista del prossimo insediamento di Mind e della partecipazione di Milano ai Giochi olimpici invernali 2026. E proprio per questo il Pd non può continuare a predicare bene sul territorio, sostenendo il prolungamento della M1, e razzolare male a Roma scagliandosi contro”. “In ogni caso la nostra battaglia in Parlamento continua – annuncia Cecchetti -. Presenterò un ordine del giorno al decreto Rilancio affinché il governo si impegni seriamente su questo punto augurandoci che, nel frattempo, il Pd riordini le proprie idee e riveda la propria posizione a dir poco schizofrenica ed incomprensibile”.