Tar, No a riapertura discoteche, respinte richieste gestori

CODACONS: ACCOLTE LE NOSTRE TESI, L’INTERESSE DEI GESTORI È SECONDARIO RISPETTO ALLA TUTELA DELLA SALUTE

1289

AgenPress. Il Codacons accoglie con favore la decisione del TAR, che accogliendo le tesi dell’Associazione ha stabilito la preminenza della tutela della salute rispetto agli interessi economici dei gestori: un esito doveroso e sacrosanto, che conferma come la scelta di riaprire le discoteche – scelta dettata da interessi professionali legittimi, ma che non possono orientare le scelte in materia di salute pubblica – configurasse un vero e proprio errore, alla luce della crescente diffusione del COVID tra la popolazione.

L’Associazione ha già chiesto di prevedere aiuti economici e sostegni per gli esercenti e soprattutto per i lavoratori della filiera, ingiustamente danneggiati dalla diffusione dell’epidemia e di fatto vittime di una stagione eventistica quasi integralmente compromessa.

Ora però emerge un’altra possibilità per i gestori: quella di agire per danni contro il Governo che ha deciso di aprire i locali, avallando di fatto ingenti spese per i proprietari e assunzioni che ora non troveranno conferma, per poi chiuderle in un batter d’occhio.