Dati Covid in tempo Reale

All countries
336,028,920
Confermati
Updated on 19 January 2022 16:38
All countries
269,445,596
Ricoverati
Updated on 19 January 2022 16:38
All countries
5,576,231
Morti
Updated on 19 January 2022 16:38

Afghanistan. Le donne protestano per riavere il lavoro perso con la presa del potere dei talebani

- Advertisement -

AgenPress – Decine di donne hanno manifestato nella capitale Kabul mercoledì, chiedendo all’Emirato islamico di non escludere le donne dalla struttura del governo.

Alcune delle donne lavoravano nella Commissione indipendente per la riforma amministrativa e il servizio civile, ma hanno perso il lavoro dopo che l’Emirato islamico è salito al potere a metà agosto.  

- Advertisement -

“Noi donne che lavoravamo nella Commissione indipendente per la riforma amministrativa e il servizio civile e la forza attiva del 28% del dipartimento governativo abbiamo subito gravi danni con la caduta della Repubblica islamica dell’Afghanistan e la sentenza dei talebani sui dipartimenti governativi il 15 agosto, 2021″, ha detto Ferozan Amiri, un manifestante.

Gli attivisti hanno rilasciato una risoluzione composta da cinque punti.

La risoluzione chiedeva l’indennità di lavoro per le lavoratrici, l’inclusione significativa delle donne nell’organo decisionale del governo sugli affari delle donne, la formazione di politiche a sostegno dei diritti delle donne, la conservazione dei posti che erano occupati dalle donne e la creazione di un ambiente sicuro per le donne.

- Advertisement -

“Le donne sono preoccupate per la sorte dei posti di lavoro nella (Commissione per la riforma amministrativa e il servizio civile indipendente).  Circa il 28 per cento del servizio civile è occupato da donne”, ha affermato Khujusta Ilham, capo dell’Hemayat Az Zanan Khidmat Mulki.

Funzionari all’interno dell’Emirato islamico hanno affermato che non c’è stata alcuna decisione di escludere le donne dalla struttura del governo.

“La questione dell’attività lavorativa delle donne nei dipartimenti (governativi) è in discussione. Dopo una valutazione, se la presenza delle donne è necessaria in qualche dipartimento, loro (donne) lavoreranno negli stessi posti e negli stessi dipartimenti”, ha replicato Bilal Karimi, vice portavoce dell’Emirato islamico.

Per considerare il riconoscimento dell’attuale governo afghano, la comunità internazionale richiede il rispetto dei diritti umani, dei diritti delle donne e la formazione di un governo inclusivo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati