Cartabellotta: “Obbligo di mascherina in classe fino a fine anno scolastico è decisione di buon senso”

- Advertisement -

Il presidente della Fondazione GIMBE: “La curva degli ingressi in terapia intensiva si è appiattita da circa una decina di giorni”


AgenPress. “Nell’ultima settimana si sono registrati oltre 500 mila contagi ma l’impatto sugli ospedali rimane contenuto a parte un lieve aumento dei ricoveri ordinari: questo significa che quando il virus circola di più vengono colpite le persone più suscettibili ovvero i non vaccinati, chi non ha fatto il booster e chi non è particolarmente attento alle precauzioni individuali. Si segnala una frenata della discesa dei ricoveri in terapia intensiva: la curva degli ingressi in reparto si è appiattita da circa una decina di giorni attestandosi attorno ai 42-45 ricoveri”.

Questo il quadro aggiornato dei dati sulla pandemia che Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE, ha illustrato su Cusano Italia TV ch.264 ddt.

- Advertisement -

“Il contagio corre prevalentemente nelle regioni del centro-sud ed è di difficile spiegazione il fatto che tutte le Regioni sopra l’Appennino, ovvero le grandi regioni come Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Piemonte abbiano delle incidenze settimanali che si attestano a meno della metà rispetto alle altre. Non sappiamo, infatti, se possa essere legato a una maggiore immunità acquisita dalla popolazione o alla differente prevalenza della variante Omicron 2”.

Se questa tendenza persiste, nelle prossime settimane avremo un calo dei contagi al centro-sud, prosegue il presidente della Fondazione GIMBE “sperando nel frattempo che non arrivi l’ondata del nord considerando che si parla di regioni che ospitano più di un terzo della popolazione italiana. Preoccupa ad esempio la risalita dei contagi in alcune province del Veneto che hanno già raggiunto l’incidenza di quelle del centro-sud”.

“Per contenere la risalita dei casi e far sì che non si trasformi in un’ulteriore ondata abbiamo due armi: da un lato l’incremento delle vaccinazioni, al palo ormai da un mese, dall’altro l’utilizzo delle misure individuali come l’uso della mascherina al chiuso” puntualizza Cartabellotta.

- Advertisement -

“Il recente ‘decreto riaperure’, pubblicato in Gazzetta Ufficiale “ha stabilito che la mascherina a scuola sarà obbligatoria fino alla fine dell’anno scolastico e questo credo sia un segno di responsabilità e una decisione di buon senso delle misure intraprese” conclude Cartabellotta.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati