Dati Covid in tempo Reale

All countries
228,074,888
Confermati
Updated on 17 September 2021 17:01
All countries
203,004,014
Ricoverati
Updated on 17 September 2021 17:01
All countries
4,687,884
Morti
Updated on 17 September 2021 17:01

Covid. Speranza, in dpcm mascherine anche all’aperto. La tendenza è di un peggioramento

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Obbligo delle mascherine all’aperto e la proroga dello stato d’emergenza al 31 gennaio; per ora nessuna nuova stretta alle attività: questo il nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) che viene presentato dal ministro della Salute Roberto Speranza in Parlamento. Il provvedimento dovrebbe avere una durata di 30 giorni. Le nuove misure – mascherina anche all’aperto, divieto e stretta dei controlli sugli assembramenti – arrivano dopo le indicazioni date al governo dal Comitato tecnico scientifico per fronteggiare la “seconda ondata” dei contagi da coronavirus.

“Le 3 regole fondamentali sono l’asse portante del dpcm che andremo a proporre al parlamento come stiamo facendo stamattina e poi alle regioni nelle prossime ore” ha detto il ministro.

“E’ sotto gli occhi di tutto che il quadro internazionale e nazionale segnali una mutazione di fase rispetto ai mesi passati; nel mondo i contagiati superano 35 milioni con oltre 1 milione di decessi, e l’Ecdc posiziona l’italia al 45/mo posto.

In tutti i paesi c’è inversione di marcia ripristinando misure restrittive: l’Italia sta meglio in questo momento e sta reggendo meglio questa seconda ondata ma non dobbiamo farci illusioni e sarebbe sbagliato sulla base dei numeri credere di esserne fuori” ha affermato il ministro della Salute, illustrando alla Camera i contenuti del nuovo dpcm per il contenimento della pandemia.

In due mesi c’è stato un salto in avanti significativo dei casi:, 3487 ora sono i ricoverati e in terapia intensiva abbiamo 323 persone. Questi numeri ad oggi sono sostenibili per il nostro Ssn. E’ chiaro che rispetto ai giorni più difficili con 4mila persone in terapia intensiva la situazione è gestibile ma non possiamo non vedere la tendenza. Il virus circola e continua a mandare persone in stato di grande sofferenza. Inoltre nella prima fase l’età media dei casi era di 70 anni ora è di 41 anni, anche in questo caso la tendenza non può farci stare tranquilli perché ad agosto l’ età media era di 31 anni

“Oltre ai test antigenici spero in un immediato avvio dei test salivari” ha poi detto Speranza parlando degli aeroporti.”I test salivari hanno un grande vantaggio, sono meno invasivi rispetto al tampone classico e quindi possono metterci in condizioni di un migliore utilizzo in modo particolare rispetto ai più piccoli. La mia opinione – ha dichiarato – è che la scienza che è quella che di volta in volta ci fornisce strumenti nuovi. I test di oggi sono più rapidi e più affidabili di quelli di ieri. Quelli di domani lo saranno molto probabilmente rispetto a quelli di oggi la scienza io sono convinto che ci darà ben presto anche risultati incoraggianti”.

 

Altre News

Articoli Correlati