Mariupol. La Croce Rossa impedita a raggiungere i civili. La Russia ha infranto la promessa

- Advertisement -

AgenPress – Una squadra del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) in viaggio verso Mariupol ha affermato di non essere stata in grado di raggiungere la città assediata per facilitare il passaggio sicuro dei civili.

L’aggiornamento arriva venerdì tramite una dichiarazione, poiché nove membri del team del CICR – che viaggiavano in tre veicoli – hanno dovuto tornare a Zaporizhzhia a causa delle condizioni che “hanno reso impossibile procedere” a Mariupol.

- Advertisement -

La squadra ha in programma di provare a fare di nuovo il viaggio nella città assediata sabato.

“Affinché l’operazione abbia successo, è fondamentale che le parti rispettino gli accordi e forniscano le condizioni e le garanzie di sicurezza necessarie”, ha affermato il CICR.

Il CICR afferma di agire come un “intermediario neutrale” con piani “per accompagnare il convoglio da Mariupol in un’altra città in Ucraina”.

“La nostra presenza metterà un segno umanitario su questo movimento pianificato di persone, fornendo al convoglio una protezione aggiuntiva e ricordando a tutte le parti la natura civile e umanitaria dell’operazione”.

- Advertisement -

Il governatore della regione orientale di Donetsk in Ucraina ha accusato la Russia di aver infranto la sua promessa di consentire agli aiuti umanitari di raggiungere la città assediata di Mariupol.

“Le consegne umanitarie, nonostante tutti gli accordi e le promesse della parte russa, non vengono eseguite”, ha affermato il governatore Pavlo Kyrylenko in un discorso televisivo.

Ha aggiunto che il corridoio umanitario “essenzialmente non è operativo”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati