Dati Covid in tempo Reale

All countries
334,429,672
Confermati
Updated on 18 January 2022 22:36
All countries
268,349,122
Ricoverati
Updated on 18 January 2022 22:36
All countries
5,571,234
Morti
Updated on 18 January 2022 22:36

Palermo. Cavallo si accascia per il caldo. Rizzi, “costretto a trainare il calesse con 40 gradi”

- Advertisement -

AgenPress – Un cavallo che traina una carrozza è stramazzato a terra per il gran caldo a Palermo lo scorso venerdì. L’agonia del povero animale è stata ripresa da un giovane palermitano e ha fatto il giro dei social provocando tanta indignazione.

Enrico Rizzi, animalista, ha scritto una nota al prefetto di Palermo chiedendo un intervento per evitare che si ripetano queste scene nel capoluogo. Servono, scrive Rizzi, “adeguati punti ombreggiati di riparo, rifornimenti d’acqua, controlli per la circolazione nelle ore più calde, controlli sulla circolazione in mezzo alle caotiche strade cittadine. Da cittadini non possiamo che essere indignati per questa totale assenza delle Istituzioni, di rispetto per la vita di poveri esseri viventi sfruttati fino allo stremo e chiediamo che il Prefetto apra finalmente gli occhi su questa situazione drammatica e costante che, evidentemente, non riscuote l’interesse del Sindaco di Palermo che pure dice di battersi da anni per la legalità. Il maltrattamento di animali è un reato previsto dal codice penale che punisce appunto, chi sottopone un animale a sevizie, fatiche ed ingiustificati patimenti”.

- Advertisement -

“Accade purtroppo ancora in molte città di Italia – continua Rizzi – nonostante le ordinanze del caso e le proteste degli animalisti che da anni denunciano questa situazione. Mi chiedo se a Palermo esistono un questore, un comandante dei carabinieri, un prefetto, un sindaco, un comandante della polizia Locale, un servizio veterinario pubblico dell’Asp. Qualcuno si degna di far rispettare le leggi a tutela degli animali?”.

L’attivista originario del Trapanese ha poi invitato tutti i suoi “seguaci”, attraverso i social, a scrivere alle autorità competenti per chiedere l’applicazione della legge 189/2004 e il sequestro dell’animale a tutela della sua salute. “E pensare che a Palermo esistono delle fantastiche e piccole Apecar – conclude Rizzi – che ti portano in giro a visitare la città. Lasciamo in pace i cavalli”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati