Sri Lanka. Ranil Wickremesinghe eletto presidente ad interim

- Advertisement -

AgenPress – Il primo ministro Ranil Wickremesinghe ha prestato giuramento come presidente ad interim dello Sri Lanka venerdì fino a quando il Parlamento non eleggerà un successore di Gotabaya Rajapaksa, che si è dimesso dopo che le proteste di massa per il crollo economico del paese lo hanno costretto a lasciare l’incarico.

Il presidente del parlamento dello Sri Lanka ha detto che Rajapaksa si è dimesso da presidente a partire da giovedì e che i legislatori si riuniranno sabato per scegliere un nuovo leader. La loro scelta sconterebbe il resto del mandato di Rajapaksa che termina nel 2024, ha affermato il presidente Mahinda Yapa Abeywardana. Si aspetta che il processo venga completato in sette giorni.

- Advertisement -

Quella persona potrebbe potenzialmente nominare un nuovo primo ministro, che dovrebbe poi essere approvato dal Parlamento. Con Rajapaksa finito, la pressione su Wickremesinghe stava aumentando.

Gli oppositori avevano visto la sua nomina a primo ministro a maggio come un’alleviamento della pressione su Rajapaksa affinché si dimettesse. È diventato il presidente ad interim quando Rajapaksa è fuggito dallo Sri Lanka mercoledì.

Rajapaksa è arrivato a Singapore giovedì e le sue dimissioni sono diventate ufficiali in quella data. L’ufficio del primo ministro ha detto che Wickremesinghe ha prestato giuramento venerdì come presidente ad interim davanti al giudice capo Jayantha Jayasuriya.

- Advertisement -

Lo Sri Lanka ha esaurito i soldi per pagare le importazioni di beni di prima necessità come cibo, fertilizzanti, medicine e carburante, con disperazione dei suoi 22 milioni di persone. Il suo rapido declino economico è stato tanto più scioccante perché, prima di questa crisi, l’economia era in espansione, con una classe media in crescita e confortevole.

I manifestanti hanno cucinato e distribuito riso al latte – un alimento che gli srilankesi apprezzano per celebrare le vittorie – dopo le dimissioni di Rajapaksa. Nel principale luogo di protesta davanti all’ufficio del presidente a Colombo, la gente ha accolto con favore le sue dimissioni, ma ha insistito anche sul fatto che Wickremesinghe si facesse da parte.

“Sono felice che Gotabaya se ne sia finalmente andato. Avrebbe dovuto dimettersi prima, senza causare molti problemi”, ha detto Velauynatha Pillai, 73 anni, un impiegato di banca in pensione, mentre le canzoni patriottiche risuonavano dagli altoparlanti.

Ma ha aggiunto che “Ranil è un sostenitore di Gotabaya e di altri Rajapaksa. Li stava aiutando. Anche lui deve andare”.

I manifestanti che avevano occupato gli edifici governativi si sono ritirati giovedì, ripristinando una tenue calma nella capitale, Colombo. Ma con la frattura dell’opposizione politica in Parlamento, una soluzione ai molti guai dello Sri Lanka non sembrava più vicina.

La nazione sta cercando aiuto dal Fondo monetario internazionale e da altri creditori, ma le sue finanze sono così povere che persino ottenere un salvataggio si è rivelato difficile, ha recentemente affermato Wickremesinghe.

Il paese rimane una polveriera e giovedì l’esercito ha avvertito di avere i poteri per rispondere in caso di caos, un messaggio che alcuni hanno riscontrato in merito.

Abeywardana ha promesso un processo rapido e trasparente per l’elezione di un nuovo presidente.

“Chiedo ai cittadini onorevoli e amorevoli di questo paese di creare un’atmosfera pacifica al fine di attuare il corretto processo democratico parlamentare e consentire a tutti i membri del Parlamento di partecipare alle riunioni e funzionare liberamente e coscienziosamente”, ha affermato venerdì.

I manifestanti accusano Rajapaksa e la sua potente famiglia politica di aver sottratto denaro alle casse del governo per anni e di aver accelerato il collasso del Paese con una cattiva gestione dell’economia. La famiglia ha negato le accuse di corruzione, ma Rajapaksa ha riconosciuto che alcune delle sue politiche hanno contribuito al tracollo dello Sri Lanka.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati