Tutela ambiente, biodiversità, ecosistemi e animali in Costituzione. Costa, dopo tanti anni. È fatta!!!

- Advertisement -
AgenPress – “Fatta. Finalmente è fatta: la tutela dell’ambiente, la biodiversità, gli ecosistemi e gli animali sono nella Carta Costituzionale. Dopo tanti anni. È fatta!!!
“La tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.”
Da oggi, con il voto definitivo del Parlamento, queste parole sono state inserite in modo definitivo nella nostra Carta Costituzionale nei suoi principi fondamentali (articolo 9). Inoltre, è stato integrato anche l’art. 41. (la libertà dell’azione economica privata non può danneggiare la salute e l’ambiente)”.
Così Sergio Costa, ex Ministro dell’Ambiente. Già generale Carabinieri Forestali. Sempre in prima linea nella lotta alle ecomafie e per la Terra dei Fuochi.
“Finalmente da oggi in poi in ogni legge ordinaria nazionale e regionale, in ogni progetto, in ogni programma di investimento, per ogni iniziativa privata o pubblica sarà obbligatorio valutare e tutelare ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi.
Da oggi in poi non sarà più possibile che le leggi o provvedimenti regionali o delle provincie autonome (leggi l’orso Papillon per esempio) potranno andare contro leggi nazionali di tutela degli animali.
Iniziammo questo percorso nel 2018 costituendo presso il Ministero dell’Ambiente, assieme all’allora sottosegretario on. Micillo, la commissione “Ambiente in Costituzione” presieduta dal Presidente emerito della Corte Costituzionale prof. Valerio Onida. Poi, grazie al ddl costituzionale a firma delle senatrici De Petris e Nugnes più 15 (AA.SS. 83, 212, 938, 1203, 1532, 1627, 1632, 2160), l’iniziativa è cresciuta e decollata in sede parlamentare.
Oggi un pezzo di storia è stato sancito accogliendo le istanze di milioni di cittadini.
Sono emozionato ed orgoglioso di avere contribuito anche io al raggiungimento di questo meraviglioso risultato. Ad Maiora Semper”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati