Dati Covid in tempo Reale

All countries
240,190,120
Confermati
Updated on 14 October 2021 18:56
All countries
215,766,611
Ricoverati
Updated on 14 October 2021 18:56
All countries
4,893,211
Morti
Updated on 14 October 2021 18:56

Usa. Molestie sessuali. Andrew Cuomo si scusa in diretta tv, “ma non mi dimetto”

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Non ho mai toccato nessuno in modo inappropriato, non ho mai voluto offendere nessuno”. Lo afferma il governatore di New York, Andrew Cuomo, intervenendo sulle accuse di molestie mosse nei suoi confronti. “Coopererò” all’indagine avviata, aggiunge Cuomo. “Mi scuso, sono imbarazzato”.

Andrew Cuomo, è stato accusato da una donna di comportamenti inappropriati durante una festa di matrimonio, nel 2019. La donna, Anna Ruch, ha detto che Cuomo le aveva messo una mano sulla parte bassa della schiena: quando lei gliel’aveva tolta con la sua, Cuomo le aveva detto che gli sembrava “aggressiva”, poi le aveva preso il viso tra le mani e le aveva chiesto di poterla baciare, facendola sentire “confusa, scioccata e in imbarazzo”.

Negli ultimi giorni Cuomo era già stato accusato di comportamenti inappropriati e molestie sessuali da due ex collaboratrici. Charlotte Bennett, che fino allo scorso novembre aveva lavorato per l’amministrazione Cuomo occupando diversi ruoli, ha raccontato che tra la primavera e l’estate del 2020 Cuomo le aveva fatto domande inappropriate riguardo alla sua vita sessuale; le aveva chiesto, tra le altre cose, se avesse mai fatto sesso con uomini più anziani di lei (Bennett ha 25 anni) e le aveva detto di essere aperto a relazioni con donne della sua età. Inoltre, aveva commentato con insistenza il fatto che Bennett avesse subito in passato una violenza sessuale: una cosa di cui lui era informato perché Bennett ne aveva parlato pubblicamente.

Un’altra ex collaboratrice, Lindsey Boylan, ex vicesegretaria per lo sviluppo economico e consulente del governatore, aveva di recente accusato Cuomo di averla baciata contro la sua volontà e di aver avuto più volte comportamenti inappropriati tra il 2016 e il 2018.

“Sostengo pienamente il diritto delle donne” a farsi avanti con accuse di molestie e mi “scuso se ho fatto sentire qualcuno a disagio”, spiega Cuomo invitando il pubblico ad “attendere i fatti” prima di esprimere giudizi sul suo caso. “Mi scuso se ho fatto sentire qualcuno a disagio, non volevo”.

Non volevo causare sofferenza a nessuno”. I baci e gli abbracci, “di cui troverete centinaia di mie foto, sono un mio modo di salutare per far sentire la gente a proprio agio. L’ho imparato da mio padre”, l’italoamericano ex governatore di New York Mario Cuomo, aggiunge. Le scuse pubbliche e la spiegazione arrivano al termine di giornate di fuoco, in cui il governatore è stato travolto da accuse su più fronti, dall’aver nascosto i numeri reali sui morti per Covid nelle case di cura alle accuse di molestie da parte di tre donne, di cui due ex sue collaboratrici. Due scandali nell’arco di un breve periodo di tempo che stanno mettendo sotto pressione Cuomo, dal quale anche il suo stesso partito democratico sta prendendo le distanze chiedendo indagini approfondite su accuse “credibili”.

Altre News

Articoli Correlati