“Virus suicidi” nella Polizia di Stato. Il LI.SI.PO. proclama lo stato di agitazione

176

Agenpress – Accade spesso che appartenenti della Polizia di Stato si suicidano con l’arma in dotazione. A giudizio del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha dichiarato il Segretario Generale Antonio de Lieto – la sequenza di questi atti inconsulti somiglia sempre più ad un “bollettino di guerra”.

Ci troviamo molto frequentemente a piangere la dipartita di poliziotti che si suicidano, “film” già visti”…!!! A giudizio di questa O.S. bisogna intervenire preventivamente, assicurando agli operatori di Polizia adeguata assistenza, se del caso, anche con psicologi, a stretto contatto con i poliziotti per fronteggiare qualsiasi situazione dubbiosa che l’operatore di Polizia stia vivendo.

Il LI.SI.PO. – ha continuato de Lieto – proclama lo stato di agitazione e nei prossimi giorni attuerà manifestazioni di protesta nel corso delle quali, oltre alla distribuzioni di volantini, posizionerà sul suolo stradale ove si svolgerà la manifestazione, una sagoma che inscena un suicidio, ad ogni buon fine si allega in copia. In data 28 settembre 2019, ha concluso de Lieto – il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) ha inviato una lettera aperta al Ministro dell’Interno  rappresentando “la piaga suicidi nella Polizia di Stato”.