Draghi, Bergamini (FI): “Berlusconi ci aveva visto lungo, Francia e Germania non lo volevano”

1277

Agenpress. “Germania e Francia sono unite oggi nell’applauso a Mario Draghi – guardiano della stabilità dell’Eurozona e difensore dell’indissolubilità della UE – così come furono unite 8 anni fa nell’indicare al suo posto un tedesco.

Un implicito riconoscimento alla lungimiranza di Silvio Berlusconi che volle, con tenacia e perseveranza, Draghi alla guida della Bce per il bene dell’Italia e dell’Europa.

Lo scrive in una nota Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia.