Umbria. Conte ignora la sconfitta cantando Modugno. Salvini: elettori 5s hanno punito il tradimento

388

Agenpress –  “La conoscete la canzone di Modugno? Il sole, il cielo…”. E’ la battuta con cui il premier Giuseppe Conte replica ai cronisti che gli chiedevano un commento sulle elezioni umbre. “Si sente in discussione”, gli chiede una cronista e, subito, un altro cronista gli domanda: “Ci commenti almeno questo sole…”. A quel punto Conte replica citando il brano “Meraviglioso”, di Domenico Modugno. “Voto da non trascurare ma non incide su governo”, ha detto ancora. Il voto in Umbria è “un test da non trascurare affatto” ma “noi siamo qui a governare con coraggio e determinazione, il nostro è un progetto riformatore per il Paese. Un test regionale non può incidere, se non avessimo coraggio e lungimiranza sarebbe meglio andare a casa tutti”.

“E’ un voto che ha anche una valenza nazionale, Conte continua con la sua arrogante distruzione dell’Umbria, sbagliare è umano ma perseverare è diabolico…ogni giorno si apre un problema nuovo”, replica Matteo Salvini a Perugia.

“È emozionante – prosegue il leader della Lega – vedere gente che esce dai negozi con aria di festa, ma da oggi pomeriggio inizia una enorme responsabilità. Avevo scommesso sul più 10% , ma avrei pensato a più 20%”.

“Chi semina tradimento raccoglie tradimento, lascio a Di Maio, Conte e Zingaretti i loro dubbi, noi andiamo avanti”, ha detto ancora.

E gli “elettori 5s hanno punito il tradimento. Noi non vogliamo peccare di arroganza cosa che mi sembra stia contraddistinguendo Conte, Di Maio, Renzi. Piedi ben piantati per terra, non si vince mai da soli”.