Mollicone (FdI): “Movimento 5 Stelle filocinese, errore firmare memorandum Via della Seta”

451

Agenpress. “Il Movimento 5 Stelle, più che fare gli interessi degli italiani, fa quelli cinesi e del Partito Comunista Cinese – afferma il deputato di Fratelli d’Italia, componente dell’Unione interparlamentare Italia-USA, Federico Mollicone, a margine della presentazione del Rapporto ‘Conoscere per deliberare – La sfida cinese e la posizione della Repubblica italiana’ della Fondazione ‘Farefuturo’ – va sospeso il memorandum della Via della Seta, che apre rischi per la sicurezza italiana ed europea, in particolare sugli aspetti del 5G.

Abbiamo da sempre denunciato l’attività predatoria della Cina verso le nostre aziende e sulle nostre infrastrutture strategiche, come nel recente caso del porto di Taranto, ora inoltre indebolite dalla crisi economica post-Covid, e richiesto un rafforzamento del “golden power”. Il rischio che si passi velocemente dal “made in China” all’ “owned by China” è sempre presente e, al netto di chi garantisce l’occupazione di tanti italiani, va esercitata la massima vigilanza.

Dal ministro degli Esteri Di Maio, per ora, abbiamo visto solo propaganda filocinese, nessun posizionamento sulla questione dei diritti umani violati ad Hong Kong e una generale entusiastica visione sul modello “cinese”.”