Campomenosi (Lega), Bolkestein penalizza turismo italiano, Ue escluda balneari da direttiva

372

AgenPress. “In questi giorni si sta discutendo su come intervenire a livello economico per affrontare la crisi conseguente all’epidemia. Ci sono anche soluzioni a costo zero, semplificando a livello normativo attraverso il potere legislativo che ha la Commissione europea, a cominciare da interventi per aiutare il turismo, che in Italia rappresenta il 13% del Pil: mi riferisco alla direttiva servizi, la cosiddetta e famigerata Bolkestein, contro la quale la Lega si batte da tempo, sulla quale si può intervenire per limitare il campo di applicazione. Abbiamo presentato un emendamento per escludere i balneari dall’applicazione della Bolkestein.

Nonostante la Lega nella precedente esperienza di Governo abbia aiutato il settore con una proroga importante, l’attuale Governo sembra non avere le idee chiare e ha interrotto ogni negoziato con Bruxelles per sbloccare una situazione il cui risultato è che da anni gli investimenti per il comparto balneare in Italia sono bloccati proprio per il rischio e le problematiche che possono derivare da una direttiva che è datata 2006. Ora siamo nel 2020: si può intervenire per escludere quel settore, cosa aspetta l’Ue a farlo?”

Così Marco Campomenosi, capo delegazione della Lega al Parlamento Europeo, nel suo intervento durante la sessione plenaria.