Fase 3, Zanni/Campomenosi (Lega), proroga stato emergenza, dove sono M5s e deriva fascista?

333

AgenPress. “Il premier Conte annuncia la proroga dello stato di emergenza fino a fine anno, con buona pace delle libertà degli italiani. Dove sono finiti gli esponenti del M5s che gridavano al pericolo fascismo e alla minaccia per la democrazia in Ungheria, quando il Parlamento eletto dal popolo – a differenza di Conte – votò per affidare maggiori poteri al primo ministro durante l’epidemia Covid, poi revocati a giugno al termine della situazione di emergenza?

I rappresentanti grillini che parlavano di dittatura, di regime autoritario, di sistema non consono alle democrazie occidentali, sono tutti spariti, ora che Conte parla di restare uomo solo al comando per tutto l’anno, senza neppure passare dal Parlamento sovrano. Un atteggiamento inaccettabile e vergognoso, l’ennesima figuraccia di una maggioranza senza alcuna credibilità che, anziché puntare il dito contro l’Ungheria, farebbe meglio a guardare in casa propria”.

Così in una nota gli europarlamentari della Lega Marco Zanni, presidente gruppo Identità e Democrazia, e Marco Campomenosi, capo delegazione Lega al Parlamento Europeo.