Migranti, Lega, dati Frontex inquietanti, Governo e Ue rendono Italia campo profughi d’Europa

952

AgenPress. “I dati emersi dall’agenzia Frontex evidenziano nella prima metà 2020 il doppio degli arrivi dal Mediterraneo Centrale rispetto allo stesso periodo nell’anno precedente: 7200 sbarchi di immigrati, per la maggior parte da Tunisia e Bangladesh. Dati inquietanti per l’Italia, in netta controtendenza rispetto al resto dell’Unione Europea, che invece registra un calo a causa dell’epidemia Covid.

Questa è l’ennesima dimostrazione del fallimento delle scelte dell’Ue e del governo italiano in materia di immigrazione, che con la politica dei porti aperti stanno trasformando l’Italia nel campo profughi d’Europa. Questo è inaccettabile, una situazione fuori controllo che, come purtroppo confermano le cronache degli ultimi giorni, rappresenta anche un serio pericolo per la salute dei cittadini, a causa dei continui sbarchi di persone che si rivelano infette. All’Italia non serve un esecutivo che spalanca le porte e prende ordini da Bruxelles e Berlino, ma un governo che controlli i confini e difenda gli interessi degli italiani in Europa”.

Così in una nota Marco Zanni, presidente gruppo Identità e Democrazia, e Marco Campomenosi, capo delegazione Lega al Parlamento Europeo.