Bond (FI): nuovo Dpcm dà il via a secondo lockdown mascherato

“DAL GOVERNO SPERIAMO CHE ARRIVI QUALCOSA IN PIU’ DI UNA FOGLIA DI FICO PER LE CATEGORIE DANNEGGIATE”

547
Dario Bond, deputato di Forza Italia

AgenPress. “Nessuno nasconde che stiamo vivendo una seria emergenza in termini di sanità, ma i provvedimenti del nuovo Dpcm segnano un vero e proprio secondo lockdown, solo mascherato dall’approccio un tantino più morbido di chi invoca il senso della responsabilità collettiva e non impone limiti alla mobilità, ma si limita a raccomandare.

Un provvedimento che rinvia tra un mese la resa dei conti, pur sapendo bene che la data del 24 novembre è solo un pannicello caldo. Ingannando gli italiani, nulla di più. Con un impegno a dare ristoro alle categorie danneggiate – basti pensare a quanto costerà in termini di Pil la chiusura di cinema, teatri, palestre, piscine e impianti sciistici, e la restrizione di orario a ristoranti e bar – solo a parole, almeno per ora.

Gli italiani ormai sono stanchi e non ha senso chiedere agli italiani altri sacrifici senza una programmazione chiara su cosa accadrà tra un mese. Perché se è vero che la curva dei contagi si è impennata vertiginosamente, lo è altrettanto il fatto che si continua a prendere provvedimenti senza studiarla quella curva. E’ normale che se sale il numero dei tamponi effettuati, sale anche la curva dei positivi.

Quello che non è normale è che non ci sia una presa di coscienza e di assunzione di responsabilità da parte del Governo e delle regioni, soprattutto di quelle regioni – un esempio per tutti la Campania – dove l’emergenza era nell’aria e non si è fatto nulla per prendere misure e correttivi efficaci per arginare questa seconda impennata, attesa peraltro, dei contagi. E intanto si vuol accontentare chi sarà massacrato da tutte queste restrizioni con una foglia di fico”.

Così in una nota il deputato di Forza Italia, Dario Bond.