Lega: Mes e debito, istituzioni Ue riconoscono che Lega aveva ragione

1022

AgenPress. “L’Europa finalmente riconosce quanto la Lega sostiene da tempo, dopo mesi di inutili resistenze e dibattiti che hanno solo contribuito a far perdere tempo prezioso: dopo il dietrofront sul Patto di Stabilità e sul fallimentare sistema di regole Ue accantonato con la crisi, e dopo aver ammesso le perplessità che manifestavamo su tempi e condizionalità del Recovery Fund, del quale ancora non si è visto un centesimo con aziende, lavoratori e famiglie ancora a bocca asciutta, oggi le istituzioni europee ci danno ragione anche su Mes e cancellazione del debito.

I fatti confermano quanto la Lega dice da sempre, ma purtroppo Governo e Ue, arroccati su posizioni unicamente ideologiche, hanno causato inaccettabili ritardi nella risposta alle conseguenze dell’epidemia. La Lega continuerà a combattere per difendere, a Bruxelles come a Roma, gli interessi degli italiani, come confermato dalle vittorie ottenute nei giorni scorsi nelle commissioni e sui tavoli del Parlamento Europeo con l’approvazione delle nostre proposte di buonsenso per le Pmi e per la pesca.

Altro che ‘anti-europeisti’: le nostre critiche a questa Ue e le nostre soluzioni ora sono riconosciute anche da quell’establishment che le ha sempre colpevolmente ignorate”.

Così in una nota gli europarlamentari della Lega Marco Zanni, presidente gruppo ID, e Marco Campomenosi, capo delegazione Lega al Parlamento Europeo.