Tardino (Lega), da M5s nessuna lezione su libertà stampa, da Ue opportunità sprecata

101

AgenPress. “Nessuna lezione sulla libertà di stampa da una forza politica che fin dalla sua nascita ha insultato e maltrattato giornalisti con il benestare di Beppe Grillo, arrivando persino a richiedere di segnalare le testate che scrivevano contro di loro e addirittura causando richiami dal Consiglio d’Europa per le sfortunate affermazioni di Luigi Di Maio, per il suo ‘linguaggio insultante contro giornalisti italiani’ e la richiesta di ‘nuove restrizioni legali sugli editori’.

La Lega sostiene la libertà di stampa e condanna senza se e senza ma tutte le forme di violenza, le intimidazioni e le minacce contro chi ogni giorno lavora per garantire il fondamentale diritto all’informazione.

Purtroppo il Parlamento Europeo, ancora una volta ostaggio delle sinistre, ha perso l’ennesima occasione di incidere in maniera concreta sul tema, con un testo farcito di propaganda, che utilizza retorica su fake news e disinformazione solo per colpire avversari politici e silenziare le voci critiche di questa Ue e del suo operato”.

Così in una nota Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega, coordinatrice ID in commissione LIBE.