Gaza. Hamas accetta i negoziati con Israele sugli ostaggi anche senza un cessate il fuoco permanente

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress –  Hamas attende una risposta da Israele alla sua proposta di cessate il fuoco, hanno affermato oggi  due funzionari del gruppo palestinese, cinque giorni dopo aver accettato una parte fondamentale del piano statunitense volto a porre fine alla guerra di nove mesi a Gaza.

“Abbiamo lasciato la nostra risposta ai mediatori e stiamo aspettando di sentire la risposta dell’occupazione”, ha detto ai media uno dei due funzionari di Hamas, chiedendo di non essere identificato.

Hamas accetta, quindi, di negoziare sugli ostaggi anche in assenza di un cessate il fuoco permanente,  ha riferito un alto funzionario della fazione palestinese che governa Gaza. Aveva richiesto che Israele “accettasse un cessate il fuoco completo e permanente” per avviare i colloqui sullo scambio di ostaggi e porre fine alla guerra che durava da nove mesi, ha ricordato il funzionario, aggiungendo che “questo passaggio è stato aggirato, poiché i mediatori (del Qatar) hanno promesso che finché fossero continuate le trattative sui prigionieri, il cessate il fuoco sarebbe continuato”.

Hamas ha abbandonato una richiesta fondamentale, ovvero che Israele si impegni prima a un cessate il fuoco permanente prima di firmare un accordo. Invece, ha detto che avrebbe permesso che i negoziati per ottenerlo si svolgessero durante la prima fase di sei settimane, ha detto una fonte di Hamas a Reuters sabato, a condizione di mantenere l’anonimato perché i colloqui sono privati.

- Advertisement -

Potrebbe Interessarti

- Advertisement -

Ultime Notizie

- Advertisement -