Dati Covid in tempo Reale

All countries
245,072,311
Confermati
Updated on 26 October 2021 16:47
All countries
220,409,905
Ricoverati
Updated on 26 October 2021 16:47
All countries
4,974,703
Morti
Updated on 26 October 2021 16:47

Afghanistan. Cantanti e musicisti fuggono dalla violenza dei talebani

- Advertisement -

AgenPress – I cantanti afgani che sono fuggiti in Pakistan affermano di non aver avuto altra scelta che fuggire quando i talebani hanno preso il potere in Afghanistan.

Sei di loro hanno attraversato illegalmente il confine con il Pakistan e  ora vivono nascosti. Un cantante ha detto di aver temuto di essere giustiziato se fosse rimasto in Afghanistan.

- Advertisement -

I talebani hanno bandito la musica e sono accusati di aver giustiziato un cantante folk nella provincia settentrionale di Baghlan ad agosto.

Il figlio del cantante Fawad Andarabi, Jawad, ha detto che suo padre è stato colpito alla testa nella fattoria della famiglia nella valle di Andarab.

Khan (non è il suo vero nome) ha vissuto a Kabul negli ultimi 20 anni e ha cantato e suonato musica ai matrimoni in tutto il paese. I cantanti folk sono popolari ai matrimoni pashtun.

- Advertisement -

La musica era stata vietata sotto il precedente regime talebano, ma gli affari erano andati bene da quando furono rovesciati nel 2001, ha detto.

Mentre i talebani avanzavano in tutto il paese quest’anno Khan e altri non erano preoccupati; credevano che il gruppo militante fosse cambiato e avrebbe permesso loro di continuare a fare musica.

Ma dopo che i talebani hanno preso il controllo della capitale il mese scorso, uomini armati – che Khan crede fossero combattenti talebani – sono venuti a cercarlo e hanno distrutto i suoi strumenti.

“A mezzanotte la mia guardia dell’ufficio mi ha chiamato e ha detto che alcune persone sono venute con le pistole e hanno rotto tutti gli strumenti, sono ancora qui e chiedono di te”, ha detto.

Lui e la sua famiglia hanno lasciato Kabul nelle prime ore del mattino seguente. Ora dice che si sbagliava sui talebani.

I cantanti ei musicisti che sono fuggiti dall’Afghanistan attraverso i posti di frontiera di Torkham e Chaman si nascondono ora nei sobborghi di Islamabad e Peshawar e cercano un modo per chiedere asilo fuori dal Pakistan.

Hassan (non è il suo vero nome), un altro cantante che ora vive con un amico a Rawalpindi, ha detto che credeva che i talebani lo avrebbero giustiziato se lo avessero trovato perché aveva cantato una canzone per l’esercito nazionale afghano prima della caduta di Kabul.

Temendo per la sua vita dopo che i militanti hanno preso il sopravvento, ha lasciato la sua famiglia alle spalle e si è recato in Pakistan.

“Anche quando i talebani non erano al potere, mi minacciavano e anch’io ero un loro strenuo oppositore”, ha detto.

Anche prima della caduta di Kabul, quando i talebani prendevano il controllo di una città vietavano la musica sulle stazioni radio FM locali e trasformavano le trasmissioni statali nella Voce della Sharia, riferendosi al sistema legale dell’Islam, con una programmazione costituita da canti religiosi.

I talebani disapprovano la musica a causa della loro interpretazione rigorosa dell’Islam, una visione non condivisa dalla maggior parte dei musulmani.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati