Afghanistan. I talebani revochino le restrizioni alle donne. Non possono viaggiare o lasciare il Paese

- Advertisement -

AgenPress – La direttrice associata per i diritti delle donne di Human Rights Watch, Heather Barr, ha chiesto all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, Filippo Grandi, in visita in Afghanistan, di spingere l’Emirato islamico a revocare le restrizioni ai viaggi delle persone, in particolare delle donne che lasciano il Paese.

“È urgente che l’alto commissario chiarisca con i talebani che chiunque ha il diritto di lasciare il Paese ed è anche importante che l’alto commissario parli con i paesi del mondo che non riconoscono adeguatamente il diritto di tutti gli afgani chiedere asilo se subiscono persecuzioni nel loro paese di origine”.

- Advertisement -

“L’imposizione di restrizioni alle donne ha creato serie sfide occupazionali per le donne, molte delle donne sono le uniche capofamiglia nelle loro famiglie”, ha affermato Munisa Mubarez, attivista per i diritti delle donne.

Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), insieme a una delegazione, lunedì, è arrivato a Kabul per valutare la situazione umanitaria dell’Afghanistan e anche per incontrare i funzionari dell’Emirato islamico su questioni importanti.

Martedì il commissario delle Nazioni Unite ha incontrato Abdullah Abdullah, ex presidente dell’HCNR, e Abdullah ha dichiarato in un tweet di aver ribadito la sua richiesta di ulteriore sostegno umanitario per le persone all’interno dell’Afghanistan.

- Advertisement -

“Durante l’ultima guerra… la maggior parte delle donne sono state ferite, quindi ora devono essere al centro dell’attenzione”, ha affermato Mawlooda Tawana, attivista per i diritti umani.

Durante gli ultimi sette mesi da quando l’Emirato islamico ha preso il potere in Afghanistan, diversi funzionari delle Nazioni Unite sono arrivati ​​nel paese per discutere le questioni dell’Afghanistan con nuovi funzionari.

“Accogliamo con favore le visite dei funzionari delle Nazioni Unite, questo tipo di incontri e visite sono importanti per un maggiore impegno con l’attuale governo”, ha affermato Bilal Karimi, vice portavoce dell’Emirato islamico.

Filippo Grande, all’inizio della sua visita a Kabul, ha detto ai giornalisti che incontrerà i funzionari dell’Emirato islamico per discutere della situazione umanitaria nel Paese. “Sono molto d’accordo sul fatto che dobbiamo guardare a quali sono le soluzioni per le persone che sono rifugiati o sfollati”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati